Katy Perry ha conquistato e incantato i fans italiani per l’unica tappa nel nostro Paese al MediolanumForum di Assago(MI) sold out. La vediamo nel video youtube del concerto. I detrattori dicono che non ha voce ed è stonata. Eppure dovrebbero ascoltarla al quarto Atto del suo concerto quando imbraccia la chitarra e canta unplugged, la voce è sottile ma c’è.


In tutto 23 brani in scaletta tra cui la cover “I wanna dance with somebody” di Whitney Houston. Tra i fan c’era pure Lorenzo Jovanotti.
Il palcoscenico con cinque megaschermi, le nuvole rosa, i dolcetti enormi sparsi ovunque e i lecca lecca posti al centro e in alto hanno fatto da cornice all’ingresso di Katy Perry, che ha cambiato abito diverse volte. Ed è così che è iniziato il lungo viaggio live della cantante per due ore di concerto suddiviso in cinque atti per una festa con tante sorprese. Tanti video hanno inframmezzato i momenti dello show e mostrato l’artista lungo un viaggio onirico in una dimensione fantastica – sono molte le analogie con “Alice nel Paese delle meraviglie” – tra incontri surreali, amore e tanti colori. Sul palco con Katy un corpo di ballo di sei elementi, quattro musicisti e due coriste che hanno aperto la scaletta con “Teenage Dream”, “Humming Bird Heartbeat”, “Waking Up in Vegas”. Per il secondo Atto “UR So Gay”, “Peacock”, “I Kissed A Girl”. Il terzo Atto si è aperto con “Circle the Drain”, “E.T.”, “Who Am I Living For” e “Pearl”.


Durante questa prima sequenza di brani è avuta la sensazione che la voce la voce di Katy fosse alquanto affaticata, d’altronde la cantante non si è risparmiata cimentandosi anche in diverse coreografie. Poi il momento Unplugged ed ecco che Katy ha spiazzato tutti, tirando fuori una voce sottile ma sicura in “Not Like The Movies”, “The One That Got Away”, due cover “Whip My Hair”di Willow Smith e “Only Girl (In the World)” di Rihanna e infine dolcezza e potenza in “Thinking of You” iniziata in sordina per poi esplodere con tutta la band al completo.



Il quinto Atto si è aperto con un omaggio a Michael Jackson e le hit “Hot N Cold”, “Last Friday Night” fino all’esplosione pirotecnica di “Firework”. Il primo bis è stato affidato a “California Gurls” e “I Wanna Dance With Somebody”, successo di Whitney Houston. C’era il rischio, sulla carta, che lo spettacolo potesse risultare kitsch, ma non è stato così perché dal vivo si è molto giocato sull’anima gioiosa, giocosa e solare di Katy che ha ammaliato i fan presenti, tra i quali molti con la parrucca bionda o fucsia in omaggio alla loro beniamina. E seduto fra il pubblico c’era anche Jovanotti.


LASCIA UN COMMENTO