La sua “Ti porto a cena con me” è sicuramente una delle canzoni più belle di questa 64esima edizione del Festival di Sanremo, e porta la firma di Roberto Casalino, uno degli autori cardine del nuovo percorso artistico inaugurato da Giusy Ferreri che suscita non poca attenzione per questo album uscito dopo ben tre anni di attesa. La cantante non è mai scomparsa del tutto, ha spesso collaborato con diversi artisti, ma come ha raccontato lei stessa si è dedicato ad un percorso di ricerca musicale tutto personale e di una certa importanza che le ha sicuramente aperto un nuovo mondo musicalmente. Tre sono stati gli incontri-sessioni importanti per la Ferreri nella composizione de “L’attesa”: l’incontro con Linda Perry nel suo studio a Los Angeles, quello a Londra con il produttore iraniano Yoad Nevo e poi in Italia con Casalino ed Ermal Meta, leader del gruppo La fame di Camilla. Così sono nati brani come “L’anima”, brano molto intimistico, “Per dare di più”, un invito ad aprire le proprie braccia e la propria mente verso le possibilità del mondo, o ancora “Victoria”, storia di un’acrobata immaginaria che racconta e vive la libertà a modo suo.

Giusy Ferreri torna con L'attesa, il suo quarto album
E’ uscito L’attesa il nuovo album di Giusy Ferreri

C’è quindi tanta maturità nel nuovo lavoro discografico di Giusy Ferreri, come lei stessa lascia cogliere con le sue dichiarazioni: “Durante il 2012 ho deciso di investire sul mio percorso artistico, di affrontare una crescita e una ricerca musicale e tornare così con un nuovo repertorio. Ed è proprio in quei mesi che ho avuto degli incontri e delle collaborazioni importanti”, ha raccontato la Ferreri al Messaggero sottolineando più volte la grande emozione di aver lavorato accanto alla Perry. “Conoscere Linda Perry di persona e poter scrivere con lei era, da sempre, un mio grande desiderio”.
Non ci resta che augurare alla Ferreri un grande successo, per un album che sembra promettere davvero bene.


LASCIA UN COMMENTO