Dolcenera al settimanale Grazia, dichiara: “Sono una persona precisa, ho studiato ingegneria meccanica. Ma sono anche insicura, ho sempre il timore che quello che faccio non arrivi al pubblico nella sua interezza. Sino all’eta’ di 23 anni ero quasi muta. Prima di tirarmi fuori una parola di bocca bisognava dimostrarmi amicizia. Poi sono andata a Firenze e l’universita’ mi ha cambiata”.


Emanuela Trane, in arte Dolcenera, sara’ in tour tutta l’estate per promuovere “Evoluzione della specie“, il suo nuovo disco che “mi e’ costato quasi un anno chiusa nella mia stanza tra pianoforte, scrittura e arrangiamento dei brani”, ha precisato la cantante, che sul suo lavoro ha aggiunto: “Mi sento instabile almeno quanto i ragazzi che non sanno che fine faranno. Ho avuto la grande fortuna di riuscire a trasformare la passione per la musica in un lavoro, ma in questo mestiere non ci sono certezze, devi sempre reinventarti. Con i miei testi non propongo soluzioni per cambiare il mondo ma, almeno musicalmente, cerco un approccio rassicurante e sorridente”.



LASCIA UN COMMENTO