Una città pronta a danzare. Edizione senza precedenti per il Festival Internazionale della Danza che torna nel centro storico dopo un’assenza lunga sette anni trasformando le principali piazze in una naturale arena a cielo aperto. Da Piazza Aranci a Piazza Mercurio, dal sagrato del Duomo al Teatro Guglielmi, Massa sarà, dal 25 al 28 giugno 2014, a tutti gli effetti la città della danza. Protagonisti un migliaio i giovani arrivati da tutta Italia per partecipare agli stage con tantissimi big della danza che si alterneranno nell’arco della quattro giorni. Più di un centinaio le esibizioni in gara. E ancora ospiti e coreografi internazionali, tante attività e soprattutto un evento unico nel suo genere che unisce funzionalità turistico-ricettive, capacità di intrattenimento e promozione vera del territorio.

Danza e Spettacolo al Festival Internazionale della Danza
Danza e Spettacolo al Festival Internazionale della Danza

Ideato da Simone Ranieri, patron della manifestazione, l’apertura degli spazi cittadini rappresenta per il Festival Ballet una grandissima occasione per farsi apprezzare anche da chi non ha legami diretti con il mondo della danza e dello spettacolo. Organizzato con il sostegno del Comune di Massa ed il patrocinio della Provincia di Massa Carrara e Fondazione Cassa Risparmio di Carrara, il Festival Ballet si conferma una vetrina importantissima per coreografi, docenti ed interpreti del settore, soprattutto per tanti giovani aspiranti ballerini professionisti che proprio da Massa hanno mosso i primi passi della loro carriera.

Il ballerino e coreografo Simone Ranieri patron del Festival Internazionale della Danza
Il ballerino e coreografo Simone Ranieri patron del Festival Internazionale della Danza

Tanti big, tanti ospiti. Carla Fracci, Brian Bullard, Anbeta Toromani, Ludmill Cakalli, Tatiana Sulejmani, Mauro Astolfi, Emanuele Soavi, Arturo Michisanti, Teresa Firmani, Silvia Marti, Marco Pelle, Daniele Baldi, Ilenja Rossi, Loca Lock, Attuati, Tricceri, Sponky Love, Nelson, Massi di Massa, Jacopo Paone gli Human Evolution: per alcuni molti di questi nomi, eccetto probabilmente alcuni casi (Fracci e Anbeta su tutti), possono dire poco o nulla ma per chi frequenta un corso di danza, sogna di lavorare in una compagnia o produzione teatrale, rappresentano un momento molto importante di formazione e miglioramento del percorso di crescita professionale. La Fracci super-ospite. Carla Fracci madrina e giudice del Festival. Per l’étoile si tratta di un ritorno in città dopo la sua partecipazione, in qualità di ospite, all’edizione 2012 al Parco della Comasca. Sarà uno dei giudici chiamati a dispensare suggerimenti e giudizi ai concorrenti dal palco in Piazza Aranci dove si consumerà l’atto conclusivo del Festival. La Fracci, che nella sua lunga e meravigliosa carriera ha danzato con tutti i più grandi, da Nureyev, Barysnikov, Vasiliev e Iancu, presenterà anche il suo ultimo libro “Passo dopo Passo”. Mezze punte a teatro. Il Guglielmi “culla” della danza classica. Come già accaduto in passato sarà il teatro cittadino ad ospitare le lezioni di danza classica. Tre gli stage in programma: giovedì e venerdì con Ludmill Cakalli, maître de ballet, docente e direttore artistico dell’accademia Mas di Milano mentre venerdì sarà il turno di Tatiana Suleymani e sabato di Anbeta Toromani, ballerina-mito di Amici. Gli Stage in Piazza Mercurio. In Piazza Mercurio 35 ore di stage e 20 big della danza distribuiti in quattro giorni. Lezioni no-stop, la prima già nel giorno d’apertura, mercoledì alle ore 13,00 con Ilenya Rossi, l’ultima con Silvia Marti addirittura sabato a poche ore dalla fase conclusiva, nella DanceFan Stage allestita in Piazza Mercurio nel lato Biblioteca.

Miscela esplosiva di stili e generi Piazza Mercurio parlerà tutte le lingue della danza ospitando sia lezioni di contemporanea, modern e jazz, sia di hip hop. Hip Hop nel sagrato. Battaglie e spettacolari contest tra Via Dante ed il sagrato della cattedrale. Sarà la scenografia naturale del Duomo, solenne e rigorosa, ad ospitare mercoledì 25 giugno le fenomenali sfide tra gli specialisti dell’hip hop. Nello stesso spazio si terrà anche l’unico workshop della stella di Amici 13 Jacopo “Japo” Paone. E’ dedicata come da consuetudine agli streeter la giornata di apertura del Festival. Oltre 300 i partecipanti alle lezioni e al contest che mette in palio, insieme a premi e targhe, anche un montepremi in denaro.Anche per questo vincere non è secondario. Straordinario, come sempre, il parterre di insegnanti e coreografi protagonisti degli stage in Piazza Mercurio: Daniele Baldi, Ilenja Rossi, Loca Lock, Attuati, Tricceri, Sponky Love, Nelson, Massi di Massa e gli Human Evolution, la spettacola crew che si è guadagnata la ribalta dopo la partecipazione all’ultima edizione di Amici di Maria De Filippi. E dopo la fatica il party con Via Dante pronta a trasformarsi in un’arena a tempo di musica. Finale in Piazza Aranci e Notte Bianca. Il grande spettacolo della danza in Piazza Aranci. Coincide – e non è certo un caso – con la Notte Bianca l’evento conclusivo del Festival che metterà di fronte, sullo stesso palcoscenico, i più bravi e talentuosi ballerini della nuova generazionale. Mega schermi, scenografie multimediali, un imponente palco e una giuria di giudici mai vista per l’ultimo atto della rassegna che dovrà decretare, insieme ai vincitori delle diverse sezioni, il nono vincitore assoluto. Un centinaio le esibizioni per circa 2 ore di puro spettacolo gratuito prima di dare il via ufficiale alle danze nel centro storico. Format tv. Il Festival prova a portare la città della danza sulle tv nazionali. Il ritorno nel centro storico segna una svolta importante per la rassegna di Simone Ranieri che ambisce a diventare anche un format televisivo. Gli obiettivi sono diversi: amplificare la portata del brand Festival Ballet aumentando così la possibilità di “intercettare” nuovi partner e sponsor che possano accompagnare e sostenere ulteriormente il percorso della sua crescita; posizionare definitivamente il Festival tra gli appuntamenti estivi di danza più importanti del nostro paese attraverso un’esposizione televisiva senza precedenti per una rassegna di “aspiranti professionisti”; promuovere e proporre la costa apuana e la città di Massa a livello turistico facendosi portavoce di messaggi giovani e positivi. Sarà la serata della finalissima, con la coreografia fantastica di Piazza Aranci e del pubblico della Notte Bianca, l’occasione per “girare” la puntata zero della grande notte della danza che andrà in onda – le settimane successive – all’interno di un circuito di emittenti nazionali-regionali tra cui ABC (canale 33 digitale terrestre), Gold Tv Italia (canale 128 digitale terrestre) e LA4Italia (canale 129 digitale terrestre). Regia di Mario Maellaro, regista Mediaset. Eventi speciali ed iniziative extra. Audizioni e stage, presentazione di libri ed intrattenimento anche per il pubblico – spettatore. Non solo lezioni per professionisti ed aspiranti iscritti ai corsi e al concorso, il Festival Ballet ha pensato anche a chi si vuole divertire e a chi vuole incontrare i big della danza come Carla Fracci, la più attesa. Sarà la presentazione del suo libro “Passo dopo passo”, sabato 28 giugno, nell’area media di Piazza Aranci (alle ore 18.00) il punto più alto del palinsesto di “special events” che cammineranno fianco a fianco alla programmazione generale. E poi audizioni gratuite per accedere alla Moma Academy (mercoledì 25 giugno dalle ore 18,30 presso la DanceFan Stage in Piazza Mercurio), workshop di breakdance con il performer e concorrente di “Amici 13” Jacopo “Japo” Paone (mercoledì 25 giugno alle ore 19,30 nell’area Via Danza – Duomo) e lezioni di zumba fitness gratuite con Ilary Zin (venerdì 27 dalle 18.00 alle 19 e sabato 28 dalle 11.00 alle 12.00 presso DanceFan Stage in Piazza Mercurio. Il Festival Ballet è per tutti. Vetrine “a tema”. Scarpette, tulle e tanta fantasia nelle vetrine del centro storico. Anche gli esercenti di “Massa da vivere” faranno la loro parte per far respirare l’atmosfera del grande evento ai partecipanti, alle loro famiglie ed accompagnatori che arriveranno in città. Un bello sforzo collettivo, un bel segnale di unità da parte dei commercianti che esporranno la locandina richiamo del Festival Ballet con il claim “Io sono la città della danza” oltre ad impegnarsi ad applicare agevolazioni e sconti ai partecipanti. La mostra. Ultimi giorni per danzare con le “danzatrici” di Emma Castè. L’installazione provocazione dell’artista e restauratrice nata e residente a Carrara realizzata in collaborazione con Savema che ha di fatto aperto il mese della danza scandendone gli step popolerà Piazza Aranci fino al 30 giugno. Dopo di che sarà ospitata a Torano in occasione della rassegna di arte, folklore e tradizione dal 25 luglio al 13 agosto. Lo scopo dell’installazione è renderla successivamente “fruibile” in Teatri, contenitori ed eventi di danza che avranno piacere e desiderio di diffondere il messaggio positivo che l’installazione intende promuovere diventando così uno “strumento” di promozione del territorio a lungo termine. Partner e Sponsor. E’ l’unica realtà privata – insieme ad Antenna 3 – del territorio che, in nove anni, è sempre stata vicina al progetto del Festival Ballet: è il Consorzio Marmo Artistico Carrara che, ogni anno, scolpisce e dona la preziosa scultura in marmo bianco di Carrara. Sarà anche quest’anno l’artista Sara Devoti a “plasmare” l’opera destinata al vincitore assoluto del Festival Internazionale dando continuità ad un sodalizio che promuove il territorio e ne valorizza le risorse. Al fianco del Consorzio confermata la collaborazione con importanti scuole ed accademie che metteranno in palio borse di studio e “card” per i concorrenti più promettenti così come Nikon e Kodak, due brand internazionali, Coldiretti che omaggerà gli ospiti-docenti del Festival con un cadeau agroalimentare raccontando i sapori ed i profumi della nostra terra, Fonteviva, Tuttogare e Massa da vivere. Essenziale il sostegno dei media partner: Radio Nostalgia, DanzaDance, SpettacoliNews, “Bellezze della Toscana”, DanceFan e “Sport-U Versilia”. Per informazioni sul programma www.festivalballet.it.

LASCIA UN COMMENTO