Anniversario di morte della cantante Amy Winehouse. Nonostante siano passati 5 anni dalla scomparsa la sua voce continua a riecheggiare alle radio. Rimarrà un’artista eterna.

Era il 23 luglio 2011 quando la polizia di Londra annunciò di aver trovato il corpo senza vita di Amy Winehouse. Giaceva nella sua casa, nella zona di Camden Town, a soli 27 anni. Il suo corpo soffriva di disturbi alimentari, ma è stato proprio l’alcool, a toglierle la vita. Infatti sono state trovate bottiglie di alcoolici per casa e nel sangue nessuna traccia di droghe. La sua morte la fa entrare di diritto nel Club dei 27. E’ un gruppo così denominato dai fans in cui fa parte chi è diventato famoso molto giovane, ma è morto a 27 anni.

Amy Winehouse anniversario morte
Amy Winehouse

Le cause della morte sono sempre le stesse: droghe, alcool, suicidio o gravi incidenti stradali. Il primo della lista è Brian Jones, fondatore e chitarrista dei Rolling Stones morto il 3 luglio 1969 sul fondo della piscina nella sua casa a Hartfield, nel Sussex, Inghilterra.

L’ultima invece ad essere bruciata in fretta è stata proprio Amy Winehouse. Gli abusi di alcool e droghe l’hanno fatta spirare troppo presto. Per questa occasione il padre ha organizzato un memorial in onore della figlia, a cinque anni dalla scomparsa. Mitch Winehouse, dopo la morte della figlia Amy, si è reinventato: da taxista a cantante jazz. Ieri sera è stata ricordata la figlia nel locale Pizza Jazz club, al centro di Londra. Il ricavato sarà devoluto alla Amy Winehouse Foundation. L’associazione è stata fondata dopo la morte della cantante. Essa si occupa di aiutare i giovani a combattere contro l’abuso di droghe e alcool. Nonostante Amy Winehouse non ci sia più, per tutti noi vivrà in eterno, con le sue canzoni e la sua voce.

LASCIA UN COMMENTO