Il 2015 inizia con non poco dolore per l’Italia intera e soprattutto per Napoli alla notizia della morte di Pino Daniele, giunta d’improvviso nella notte del 5 Gennaio 2015. La notizia infatti aveva iniziato a girare poco dopo la mezzanotte, e sui social fan e colleghi non hanno mancato di smentirla, data l’ultima moda di annunciare falsi decessi di artisti noti. Capitò in tempi recenti proprio a Tullio De Piscopo, che Pino Daniele lo conosceva bene.

E' morto Pino Daniele stroncato da un infarto
E’ morto Pino Daniele, stroncato da un infarto

Muore Pino Daniele, lo annuncia Eros Ramazzotti sul suo profilo Facebook “Ciao Pinuzzo…”

Poi è Eros Ramazzotti a sciogliere ogni dubbio sul suo profilo Facebook: “Anche Pino ci ha lasciato. Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perché eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo“. Così ha scritto il cantante romano, un ricordo forte e incisivo, tra i primi ad apparire sui social, che ancora nelle ultime ore si riempiono di ricordi, frasi e canzoni che hanno segnato la vita di artisti e fan dell’indimenticabile musicista napoletano.

Un infarto improvviso stronca la vita di Pino Daniele, ma il cardiologo precisa: “Aveva una gravissima malattia…”

Un malore improvviso ha spezzato la vita di Pino Daniele: un infarto che non gli ha permesso di raggiungere in tempo l’ospedale a Roma. Pino Daniele si trovava in Toscana, nella sua casa maremmana, un casale isolato scelto dal cantante per vivere lontano da occhi indiscreti, solo con la sua musica, la famiglia e la natura. L’ambulanza è stata chiamata alle 21.15, ma poco dopo Pino avrebbe deciso di correre a Roma per farsi seguire dal suo cardiologo, Achille Gaspardone, secondo cui l’ambulanza non è arrivata dopo dieci ma dopo trenta minuti, pur ribadendo l’espressa richiesta del cantante di raggiungere l’ospedale S. Eugenio di Roma.

Il malore del cantante però non sarebbe stato totalmente improvviso, ma racconta il cardiologo che da tempo Pino sapeva che la sua vita era in bilico: “Aveva una gravissima malattia alle coronarie da 27 anni, una patologia che era stata trattata e che era stata potuta “portare avanti” grazie ad interventi di angioplastica“.

 

LASCIA UN COMMENTO