Eh, cari lettori, si fa presto a dire VIP, ma quando si ha una corona sul cucuzzolo il gossip assume un sapore diverso, più aristocratico. Certo, ci vuole bon ton e savoir faire, più un pizzico di eleganza. Con un trono sotto il sedere tutto questo sorge naturale assieme a una raffinata eleganza.
Passeggiando tra le corti europee (come sono solito fare a tempo perso) ho incontrato molti giovanotti interessanti.

Federico di Danimarca e Mary Elizabeth Donaldson matrimonio
Federico di Danimarca e Mary Elizabeth Donaldson matrimonio

I sovrani d’Europa: passeggiando tra le corti

Guglielmo Alessandro d’Olanda è un bell’uomo, elegante e cortese, ama lo sport, è estroverso e parla ben quattro lingue. Divenne re nel 2013. La relazione con la borghese Maxima Zorreguieta, argentina, che coronò il sogno d’amore sposando il suo principe azzurro nel 2002, tenne per anni l’Olanda in sospeso. I sudditi gradirono sia il matrimonio che l’incoronazione.
Filippo del Belgio viceversa fece penare a lungo il popolo. Scapolone incallito, forse a torto si guadagnò il nomignolo di “re senza qualità”. Nel 1999, finalmente il principe incontrò l’amore della sua vita, Matilde d’Ukedem d’Akoz: una bruna con quattro quarti di nobiltà e un curriculum di tutto rispetto. Furono sorpresi i giornali dell’epoca che avevano oramai messo una pietra sopra la speranza di vedere Filippo accasato. Con un colpo d’ala lui portò all’altare la bella baronessa, figlia di un nobile belga e di una contessa polacca e poté essere ammirato nei salotti buoni d’Europa con a fianco un’autentica splendida regina.
Con uno sguardo magnetico, forse un po’ freddino ma affascinante, Enrico del Lussemburgo buca il video. Accanto a sé siede la cubana Maria Teresa, ma non ingannatevi, non è affatto una plebea come potreste pensare. Tra gli antenati vanta addirittura Ferdinando I di Castiglia … si, proprio lui! Quello che spedì Cristoforo Colombo in crociera nei Caraibi!
Nel 2010, l’affascinante regina invisa alla corte, fu coinvolta suo malgrado in uno scandalo che vide il marito accusato di trescare con la Primo Ministro (donna). Maria Teresa smentì categoricamente e accusò la suocera di aver tramato alle sue spalle. Un tempo il conflitto si sarebbe risolto col veleno o col pugnale, ma la faccenda finì solo sui periodici scandalistici. “Un petit derapage”, insomma, uno scivolone, per una casa reale che, nella sua storia millenaria, mai aveva dato scandalo.
A trent’anni Federico di Danimarca preferiva le avventure con le top model alle responsabilità ufficiali ma lo scapestrato principe trovò, nel 2004, chi gli mise la testa a posto. Una splendida bruna dal sorriso solare, una borghese australiana conosciuta in un pub di Sydney, convinsero Federico ad alzare bandiera bianca. Mary Elizabeth Donaldson catturò il bel principe, trascinandolo all’altare. Da quel momento, lui non ebbe più occhi che per l’amata Mary. Favola romantica che vide Cenerentola sposare il suo Principe Azzurro, prima australiana nella storia a diventare regina.
Di tutt’altro stile è Alois (Luigi) III del Liechtenstein. Nonostante una presenza più che apprezzata (dal gentil sesso), ebbe in sorte un padre severissimo, non dando mai il benché minimo sospetto di uno scandalo. La sua vita si indirizzò su un unico binario, dritto e metallico e, quando parla in pubblico, non si sa se è lui a parlare o se sta ripetendo una lezione. Nel 1993, con una sontuosa cerimonia, contrasse matrimonio con Sofia, duchessa di Baviera, che gli dette ben quattro figli.
Il suo Principato è famoso per ben altri scandali: è la cassaforte di eccellenti evasori fiscali.
L’erede della corona di Norvegia, Haakon, ha l’aspetto di un bravo ragazzone californiano, dall’andamento dinoccolato e country. Nato nel 1973, il principe dell’antico regno dei vichinghi, ha studiato in California. Dal viso aperto, contornato da un filo di barba, è molto apprezzato dalle ragazze. Ha avuto clamorose avventure sentimentali quasi sempre con modelle di straordinaria avvenenza. Flirt registrati e pubblicati tempestivamente dalla stampa, con grande dispiacere della Corte che ha cercato di mettere un limite alla troppa indiscrezione. Il farfallone si è arreso a Mette Marit Tjessem Holby, chiacchierata giornalista dal passato burrascoso, a causa della relazione con un ex spacciatore da cui nacque il primo figlio. Osteggiato dalla Corte, l’amore per l’angolosa Mette rischiò di far perdere il trono a Haakon. Egli è il secondo nato dal re Harald, avendo una sorella più grande. Per la legge salica, solo gli eredi maschi hanno diritto alla corona, ma dal 1973 la legge fu estesa alle femmine e quindi alla sorella Martha Louise. Il matrimonio con Mette Marit mise fine a ogni critica, conservandogli il trono.

LASCIA UN COMMENTO