Isola dei famosi 2016: Marco Carta, cantante divenuto famoso grazie alla vittoria nel 2008 del talent show Amici di Maria De Filippi e, nel 2009, vincitore del Festival di Sanremo con il brano La forza mia, ora si prepara per vincere L’Isola dei Famosi 2016.

Marco Carta come si evince dalle sue dichiarazioni si dice pronto a sbarcare sull’Isola dei famosi 2016: “Mi ha spinto a prendere parte a quest’avventura l’idea di mettermi in gioco, l’idea di mettere al massimo dell’estremo le mie risorse, le mie possibilità, perché non l’ho mai fatto e voglio vedere fin dove potrei arrivare” – afferma il cantante – “Mi aspetto un’isola molto bella, piena di palme, calda, forse a volte non troppo? Un’isola dove dovrei vivere con chi non hai scelto, una convivenza forzata, e questo è bellissimo. Ci sono secondo me, talvolta, in delle persone degli aspetti che tu non avresti mai detto. Io sono uno curioso di natura, quindi.. vada! Sarà una bella esperienza comunque. Mi rendo conto che è matematicamente impossibile andare d’accordo con tutti e potrebbe innescarsi qualche meccanismo un po’ difficile, però si litiga e si chiarisce. Capita di litigare con delle persone e poi risolvere e chiedere scusa o sentirsi chiedere scusa, quindi va bene così.”(ndr ride)

marco carta isola dei famosi news
Marco Carta

Arriva la domanda scomoda, quella che non vorresti mai ricevere prima di una competizione e risponde sicuro: “Per durare il più a lungo possibile sull’isola secondo me sta molto più nella testa che nel corpo. E’ ovvio un fisico prestante, magari non troppo magro è un po’ avvantaggiato perché comunque ha più scorte, però io penso che la testa faccia il 99% del tutto. Quindi il voler arrivare fino alla fine, l’ostinazione, è una carta vincente, secondo me. Non so come potrebbero reagire il mio corpo e la mia testa alla fame. Io sono molto goloso e quando salto lo spuntino mi sento male, e quindi, non lo so, bisogna pazientare e dire: Marco non se magna, basta! Nuoto abbastanza bene, mi piace l’acqua. Quando vado al mare sto come i bambini, mi prendo a sabbiate come i bambini, quindi potrebbe tirar fuori la parte più fanciullesca che c’è in me. Provengo da una famiglia di pescatori ma in realtà sono.. si può dire chiavica? La persona che mi mancherà di più è la mia famiglia, quindi non è una persona ma è proprio il nucleo familiare. La cosa che mi mancherà di più sarà il mio smartphone perché è triste dirlo ma penso sia la stessa cosa per ognuno di noi: abbiamo la nostra vita lì dentro, tutta in un bakeup e lì dentro c’è anche tutta la musica che per me è fondamentale. La musica mi mancherà tantissimo: dovrò immaginare ma dovrò ricordarmela! Sarà strano più che altro poi risentirla! Mi spaventa in generale l’ignoto, quindi l’enigma, il punto di domanda. Cioè, come salire sul palco quando senti quel boato e stai per salire e tu te la stai facendo sotto. Una volta che cominci a cantare, tutto va liscio e tutto va bene.. non sarà così semplice io già lo so, ma comunque l’impatto è la cosa principale. Sono pronto a godere quest’isola e a dare il meglio di me in tutto.”

LASCIA UN COMMENTO