E’ entrato nella casa del Grande Fratello 14 in punta di piedi, ma sono bastati pochi minuti per farlo sentire a sua agio e per distinguersi come uno dei personaggi più brillanti e divertenti del reality. Stiamo parlando di Simone Nicastri.

Amatissimo dal pubblico, Simone Nicastri, nella casa del Grande Fratello 14, ha trovato un grande alleato nella sua compagna di squadra Rebecca De Pasquale, con la quale ha instaurato un rapporto solido e complice, tanto da renderli una delle coppie più forti del programma. Dopo il litigio per il segreto confessato, tra i due simpatici concorrenti è finito l’idillio: la volontà e la determinazione di entrambi, però, ha fatto superare tutto e il super nerd è riuscito a portare avanti la sua conquista al podio con successo, anche se non è riuscito ad aggiudicarsi la vittoria. Razionale, calcolatore, astuto e diffidente: queste le sue caratteristiche amate dai suoi fans; si è differenziato dagli altri concorrenti per la sua presenza attiva e per la sua non semplicistica ricerca della bellezza e dell’estetica. Classe 1980 e studente di matematica, durante la sua permanenza nella casa più spiata d’Italia ha esaminato comportamenti, tattiche e “complotti”, senza mai perdere il gusto di prevedere le mosse altrui. Fidanzato con la mitica e bellissima Torsolina (Jasmin Bernardi), ha instaurato con Federica un rapporto davvero sincero e profondo, diventando ottimi amici. Gente Vip l’ha intervistato in esclusiva.

Simone Nicastri GF14 intervista esclusiva
Simone Nicastri, l’ex concorrente del GF14 si racconta in esclusiva a Gente Vip

Simone Nicastri: “Dopo il GF? Ecco cosa vorrei fare!

Come è cambiata la tua vita dopo il Grande Fratello?

Simone Nicastri Grande Fratello 14 news
Simone Nicastri Grande Fratello 14

Innanzitutto ringrazio voi per questa intervista e colgo l’occasione per salutare tutti i lettori. La mia vita dopo il Gf è cambiata parecchio, questo perché uscendo dalla casa mi sono trovato una certa “visibilità”, che prima non avevo e che non potevo immaginare. Grazie a questa visibilità le persone mi riconoscono, mi chiedono di fare le foto con loro e alcuni mi chiedono anche gli autografi. Mi sono trovato una pagina di Facebook che adesso ha circa 85mila followers che mi scrivono e sono curiosi di sapere come procede il mio percorso, anche fuori dalla casa. Tutto questo è molto gratificante, è quello che vuol dire essere un personaggio pubblico, ma allo stesso tempo non è tutto oro quello che luccica, infatti, questa visibilità è un potere che bisogna sapere adoperare nel modo corretto, è anche un potere che fa molta gola a chi vorrebbe approfittarne.

Cosa ti ha spinto a partecipare a un’esperienza di questo tipo?

Ho deciso di partecipare alla trasmissione per tanti motivi: sono un ragazzo a cui piacciono molto le sfide e i giochi, ho voluto provare a lanciarmi anche nella sfida del “Grande Fratello”. Mi piaceva l’idea di potermi confrontare in un’esperienza senza uguali, ovviamente ammetto che mi stuzzicava l’idea di poter diventare “popolare”. Ma il desiderio che mi spingeva di più, era poter dimostrare la persona che ero e poter dare qualcosa di buono a chiunque seguisse la trasmissione. La sfida più grande era proprio questa per me! Una sfida con me stesso che si misurava su ciò che di buono riuscivo a fare, la sfida che dovremmo porci sempre tutti.

Ti senti ancora con la tua ex compagnia di squadra Rebecca?

Sì, certo. Mi sento con molte persone della casa ad esempio Kevini (Kevin), Feddy (Federica), Manfredi, Jessica, Diegone (Diego), Doc (Giovanni), Roxy (Rossella), Mary. Con alcuni sono rimasto in ottimi rapporti, altri sono invece proprio amici.

Fuori dalla casa, il rapporto con gli altri concorrenti è migliorato?

Io direi che è rimasto come era all’interno della casa per i rapporti veri. Con altri non è rimasto nemmeno il rapporto che avevamo nella casa, anche perché era un po’ un rapporto forzato.

Con chi hai mantenuto un legame più stretto?

Il legame più stretto l’ho mantenuto con il mio RingoBro: Kevini! Che è ed è rimasto un autentico amico. Poi un’altra persona con cui è nato un legame speciale è Federica: una ragazza molto sensibile, con cui ho potuto vivere parte dell’esperienza in modo spensierato come su un’isola felice, infatti nel garage sapevamo entrambi di essere già in finale, non dovevamo essere più in competizione e quindi abbiamo potuto coltivare un’amicizia speciale, scambiandoci affetto incondizionato l’uno per l’altra.

C’è qualche tuo ex coinquilino che hai rivalutato dopo la fine del Gf?

No, da buon matematico avevo già determinato i tipi di persone che mi circondavano nella casa, quindi nessuna sorpresa.

I tuoi calcoli matematici avevano previsto la conclusione del Grande Fratello 14 con la vittoria della bellissima Federica?

Vi dirò che avevo immaginato la vittoria di Fede già da parecchio tempo. Sono una persona che si basa sui dati di fatto, come i quattro milioni di televoti nella nomination tra Lidia e Federica con la vittoria schiacciante di Feddy, i costanti voli degli aerei che portavano messaggi sempre alla nostra Fede da parte della famigerata “ARMATA LEPANTO”, la situazione che si era verificata in casa da parte di tutti i coinquilini che continuando ad attaccare la ragazza hanno sensibilizzato il pubblico per la situazione, dandosi la “zappa sui piedi”.

Hai mai pensato di poter essere tu il vincitore del programma?

L’ho pensato quando avevo capito di essere stato il primo concorrente ad andare in finale, per il televoto della decima puntata. Dopo il mio discorso in studio durante il “freeze” mi sono sentito parecchio forte, quindi qualche barlume di speranza l’ho avuto.

Cosa avresti cambiato dell’edizione del reality alla quale hai partecipato?

Assolutamente nulla. Ragionando sul passato, penso di volere che le cose vadano esattamente come sono andate per ogni situazione. Quello che siamo, le cose che impariamo, dipendono dal passato per com’è stato, se cominciassimo a pensare di poter viaggiare nel tempo e modificare tutto ciò che non ci va a genio, penso che distruggeremmo il concetto di libertà che ci appartiene e la beneamata inconsapevolezza.

Come hai vissuto la presenza di due critici particolari come Malgioglio e Claudio Amendola?

Be’ io ero un po’ isolato dal mondo, quindi non ho potuto percepire completamente i loro ragionamenti e i loro discorsi. Per quel poco, posso dire che l’opinionista è un ruolo molto importante, che offre una chiave di lettura molto incisiva su una trasmissione come un reality e mi pare che, sia Claudio che Malgioglio, siano stati capaci di dare una loro lettura molto consona.

Come vedi il tuo futuro tra qualche anno?

Posso dire come vorrei che fosse il mio futuro tra qualche anno, perché capire quello che ne sarà di me, è veramente un mistero. Mi piacerebbe poter sfruttare questo momento, questa visibilità e magari trovarmi un domani a fare il conduttore televisivo di qualche bella trasmissione, nella quale potrei dare qualcosa di buono ad un pubblico e magari comunicare un messaggio costruttivo e positivo.

Durante la tua partecipazione al programma, sei stato molto riservato sulla tua storia sentimentale. Come procede la relazione con la tua fidanzata?

Sì, sono stato riservato per proteggerla, non volevamo entrambi che si venisse a sapere tutto di lei, per paura che nella casa avessi potuto sbagliare e far sì che tutti coloro che avessero saputo di lei avrebbero potuto vedere l’ipotetico torto e sofferenza che le avrei potuto procurare. Per ora procede bene, ci amiamo moltissimo e anche se la situazione post Grande Fratello ci presenta qualche difficoltà il nostro amore si nutre di questi piccoli ostacoli e si fortifica proprio su questi, rendendo il nostro rapporto sempre più forte e mai monotono.

Credi nelle storie d’amore nate nella casa del Grande Fratello?

Dipende dal tipo di persone che intraprendono questa storia dentro la casa e dalla circostanza. Alcune nascono e vanno avanti altre trovano il tempo che trovano, ma come del resto succede anche nella vita di tutti i giorni.

Hai già ricevuto qualche proposta interessante nel campo televisivo?

Qualcosa sì, però per ora sono tutte proposte su cui si è discusso a voce e vedremo cosa ne sarà. Come l’invito di Rocco Siffredi a Budapest per qualche film che mi aveva accennato…

Se ti venisse offerta la possibilità, in quale veste ti vedresti impegnato in un programma tv?

Mi piacerebbe fare il presentatore televisivo, comunque per farlo ci vuole molto impegno, dedizione, passione e anche un pizzico di fortuna. Spero di poterci riuscire e mi sto già muovendo per farlo, anche se è veramente difficile coronare questo sogno.

Parteciperesti a un altro reality? Quale?

Ora come ora parteciperei ad un reality, se non mi tenesse isolato troppo tempo: Jasmin mi ammazzerebbe. Però più avanti un Pechino Express lo farei, perché lo vedo come una bellissima sfida e io adoro le sfide, e sarebbe anche un’occasione per conoscere la cultura e le situazioni sociali dei Paesi in cui si svolge la trasmissione. Grazie per l’intervista che mi avete fatto, sono contento per avermi dato la possibilità di farmi conoscere anche attraverso questa lettura che spero possa essere stata di gradimento a tutti coloro che l’hanno letta. Buona giornata a tutti e un saluto particolare a tutti i miei Supereroi.

LASCIA UN COMMENTO