Fascino e semplicità sono i fattori che caratterizzato l’attore toscano Roberto Farnesi che ieri sera, sabato 1 agosto 2015, abbiamo avuto il piacere di incontrare  ad Anzio. Il protagonista della fortunata fiction “Le tre rose di Eva” ha condotto la prima parte dell’evento “Anzio – Moda & Bellezze” al fianco della bellissima Anna Falchi, per poi accomodarsi in giuria. Una manifestazione tra moda, spettacolo e bellezza, che ha visto la selezione di Miss Cinema Lazio nell’ambito della 76a edizione del Concorso Nazionale di Miss Italia 2015. Al suo arrivo l’attore, dopo essere stato immortalato dai fotografi e aver firmato autografi ai fan, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni alla stampa. Roberto Farnesi ai microfoni di Gente Vip.

Roberto Farnesi intervista a Gente Vip
Roberto Farnesi

Roberto Farnesi: “Farei il giudice di un talent”

Sei qui ad Anzio per questo splendido evento “Moda e Bellezze”. Come ti sembra?

I presupposti mi sembrano buoni, poi ho ritrovato Anna Falchi che è un’amica da tanti anni e mi fa molto piacere.

Come stai vivendo questa estate 2015?

Sono abbastanza soddisfatto che ci sono queste ospitate, questi eventi sono un indotto del mio lavoro, e poi fanno piacere, è lavoro e visibilità e anche ulteriore popolarità e quindi ben vengano.

Quali saranno i tuoi prossimi progetti?

Un progetto importante, partirà a novembre e girerò tutto l’inverno, poi c’è  un film a cui tengo molto che si intitola “Infernet”, che parla dell’aspetto negativo della rete, senza però demonizzarla, ma mettendo in guardia i genitori soprattutto che può essere anche un grande pericolo.

Tu che rapporto hai con la rete?

Io non ho neanche il computer, tra l’altro il soggetto è mio e di un mio amico, ho avuto questa idea nel 2008 forse proprio per quello, perchè non sono un grande tecnologico, però ho lo smartphone, dove ho twitter e instagram e mi diverte.

Qual è il tuo ruolo nel film?

E’ un ruolo ingrato, ma a volte per un attore è divertente anche quello, è proprio un ruolo fortemente negativo.

Essere un idolo per tanti giovani pensi che sia una responsabilità?

E’ sempre una responsabilità, con questo film tento di dare un messaggio d’informazione ai genitori, anche a quelli della mia generazione, sui problemi della rete, perchè non lo sanno quali sono i rischi: adescamento, pedofilia, gioco d’azzardo online, prostituzione on line, bullismo. Vedremo con il Ministero della Pubblica Istruzione se riusciremo a gemellarci con loro e a veicolarlo anche sul sociale.

A proposito di genitori e ragazzi, non ti piacerebbe sperimentare la paternità?

No. Il desiderio c’è, io sono l’ultimo di quattro figli, provengo da una famiglia numerosa… l’ambizione c’è, bisognerebbe che si concretizzasse.

Hai un nuovo amore, è una ragazza giovane e bella.

Lei l’età ce l’ha per farlo, io no.. (ride, n.d.r.).

Un nuovo amore, un nuovo inizio?

Vediamo, se son rose… fioriranno!

A proposito di rose, qualche novità sulla prossima serie della fiction “Le tre rose di Eva”?

Non so quando e se riprenderà. Gireremo fra un bel po’ di mesi. E’ un bel prodotto e se avrà ancora vita, io ci sarò sicuramente.

Il tuo rapporto con la bellezza?

Io sono vanitoso, come la maggior parte degli attori, siamo narcisisti, ci mettiamo al centro dell’attenzione, quindi penso che è insito nella natura dell’attore.

Cosa pensi dei concorsi di bellezza?

Il concorso di bellezza per tante attrici è stato un trampolino di lancio, ricordiamo Sofia Loren e tante altre attrici straordinarie. Diciamo che è una cosa puramente estetica, oggi, secondo me, si fa più riferimento ai talent, dove si dimostra anche il talento.

Faresti il giudice ad un talent?

Sì, lo farei volentieri, trovo che X-Factor sia un talent straordinario, ma anche Italia’s Got Talent e Masterchef sono fatti molto bene. Magari!

Credito foto: Fabrizio Bettinelli

LASCIA UN COMMENTO