Sono state le protagoniste indiscusse di una delle puntate del talent di Real Time “Hair – sfida all’ultimo taglio” le Drag Queen italiane. In particolare abbiamo conosciuto Miss Monda che nasce su richiesta di Madame Sisì, la quale notò in lei un gran potenziale artistico. Il cognome Priestly subentra nel 2010 in seguito al successo cinematografico de “Il diavolo veste Prada”. Un’altra protagonista è stata Miss Braga, personaggio nato nel 2006 in modo del tutto casuale. Inizia l’esperienza all’art club di Desenzano capitanato da Madame Sisì e successivamente partecipa al Chiambretti Night, trasmesso su Canale 5 e presentato da Piero Chiambretti. Tra le loro recenti esperienze figura la partecipazione in un nuovo video musicale delle Donatella, reduci dal successo de “L’isola dei Famosi” e in teatro domenica scorsa in una serata a scopo benefico per la fondazione fibrosi cistica. Conosciamole meglio.

Miss Monda e Miss Braga Drag Queen: intervista esclusiva a GenteVip
Miss Monda e Miss Braga Drag Queen: intervista esclusiva a GenteVip

Drag Queen Miss Monda e Miss Braga: “la gente confonde molto la prostituzione con lo show”

Siete nate grazie all’incontro con la Drag Manager Madame Sisì, come ha avuto inizio l’avventura?
Monda: L’avventura è iniziata frequentando il locale come cliente, Madame Sisì ha visto in me una forte energia e questa grande passione è iniziata per gioco.

Braga: L’avventura è iniziata in modo del tutto casuale a Carnevale. Insieme ad alcuni miei amici decisi di travestirmi da donna e fu a quel punto che Madame Sisì mi propose di intraprendere questa vena artistica.

La libertà d’espressione è la carta vincente di ogni Drag Queen, credete che ad oggi siano accettate in totale rispetto?
Crediamo che non ci sia ancora del tutto rispetto verso questo lavoro, la gente confonde molto la prostituzione con lo show. Solo con l’impegno e la professionalità con il tempo secondo noi si otterranno grandi miglioramenti.

Avete rivelato in famiglia la vostra dote artistica? Quali sono state le reazioni?
Monda: In famiglia lo ho rivelato fin dall’inizio. Nel primo periodo con mia madre non è stato semplice far accettare questa mia passione.

Braga: Non mi dichiarai subito con i miei genitori. Solamente dopo un anno circa, decisi di condividere con loro questo mio lavoro, mio papà la prese molto bene a tal punto che mi aiutò a dirlo a mia madre, che non è stato affatto semplice, ma con il tempo, comunicando nel modo corretto, è riuscita a sentire la mia stessa passione, facendole capire che si trattava solamente di spettacoli basati su animazione cabaret.

Vi ha divertito l’esperienza ad Hair? La rifareste?
Monda: Rifarei assolutamente questa esperienza perché è stata molto entusiasmante ed emozionante, anche se breve è stata molto intensa.

Braga: Dopo quattro stagioni di Chiambretti Night devo dire che sono cresciuto molto e ho imparato ad approcciarmi molto meglio con il pubblico, facendo crescere la mia esperienza di drag anche nel contesto dei locali notturni e non.

Che tipo è Costantino della Gherardesca?
Monda: Costantino è molto esuberante, carismatico, sensibile e sempre pronto a dare un consiglio positivo per tutti.

Braga: Costantino era presente al Chiambretti Night e devo dire che è un ottimo opinionista e professionista, sa stare molto molto bene davanti ad una telecamera e sa creare la giusta suspance per catturare il pubblico.

Come si scandisce la giornata tipo di una Drag Queen?
La giornata della drag è una comune giornata come tutti, cambia totalmente per l’ambito notturno, nel senso che parte tutto da un trucco molto impegnativo, abiti molto appariscenti e scenografici per creare al meglio il personaggio desiderato, ma nonostante ciò è sempre un piacere diventare un personaggio che regala sorrisi durante la notte.

Riuscire a portare avanti con orgoglio la propria indole è un aspetto coraggioso. Quali caratteristiche vi contraddistinguono?
Monda: Riesco ad immedesimarmi nel personaggio che interpreto, facendolo mio emozionando il pubblico.

Braga: La vivacità e la voglia di muoversi sul palco trasmettendo allegria.

Come nasce la vostra collaborazione con Le Donatella?
La nostra collaborazione con le Donatella nasce da un contatto in comune, tramite la ns drag manager, Madame Sisi, fonte di un mare di conoscenze! Le Donatella in prima persona cercavano delle drag Queen per il loro video, ambientato in un party. Abbiamo girato in una fantastica villa sul lago di Como ed è stato tutto spettacolare. Loro sono persone fantastiche e si sono dimostrate umili e gentili. Nonostante l’onda del successo le stia travolgendo ci sono sembrate ragazze con i piedi per terra!

Dopo l’esperienza recente ad “Hair” quali progetti coltivate?
Dopo l’esperienza televisiva, la nostra prossima importante esperienza professionale sarà una intera stagione a Formentera.

LASCIA UN COMMENTO