ESCLUSIVA – Orazio Ponti, interpretato da Michele La Ginestra resterà inerme davanti alla delusione amorosa di Tizia? Lo scopriremo stasera in occasione della messa in onda della sesta puntata di “Matrimoni e altre follie”!

Matrimoni e altre follie: Al centro di questa nuova puntata troveremo Luisella e Ivan che dovranno affrontare i momenti di tensione nella loro famiglia, la delusione che Tizia ha avuto da Tony e che coinvolgerà anche i due ex mariti e soprattutto Orazio Ponti. Ovviamente non mancheranno neanche le difficili decisioni sentimentali della dolce Giusy Ballarin che sarà alle prese con il giorno più importante della sua vita: riuscirà Luciano Moretti a guidare la sua amica/coinquilina in una scelta così difficile? Noi di Gente Vip abbiamo avuto modo di intervistare l’attore che interpreta l’ex marito di Luisella, Michele La Ginestra, che ci ha raccontato gli aspetti più salienti del suo personaggio.

Michele La Ginestra Matrimoni e altre follie intervista
Michele La Ginestra

Qual è la peculiarità di Orazio Ponti in “Matrimoni e altre follie”?

Io interpreto Orazio Ponti, l’ex marito di Luisella e padre di Livia e Luna. La peculiarità di questo personaggio, un po’ scomodo, è che riesce comunque a far ridere il pubblico con la sua simpatia, nonostante appunto sia un ex marito non sempre troppo corretto, poi è un avvocato un po’ furbacchiotto, donnaiolo… L’obiettivo era quello comunque di strappare un sorriso al pubblico e agli stessi personaggi nel film e credo di esserci perfettamente riuscito.

Questo ex marito perché risulta un po’ troppo scomodo?

Beh c’è da dire che se un marito diventa “ex” un motivo reale di fondo c’è, se poi la fine della relazione è dipesa dal tuo essere donnaiolo… Se poi continui a non star attento alle tue responsabilità  perché non sei mai puntuale con il pagamento degli alimenti, oppure scappi via nel momento in cui devi instaurare un rapporto con le tue figlie, nonostante sei consapevole di volergli un bene dell’anima, alla fine il personaggio rischia di risultare antipatico alla gente. Per quanto riguarda Orazio questo non succede perché comunque, tra una marachella e un’altra, è riuscito a creare quel momento di ilarità e brio dentro la commedia.

“Matrimoni e altre follie” è molto vicina, secondo lei, all’attuale vita delle famiglie italiane?

Assolutamente sì! Poi nella fiction ci si diverte, altre volte si arriva anche a degli eccessi che comunque fanno anche parte della nostra vita. Considerate che ormai anche nei giornali stessi siamo abituati a leggere di tutto, quindi ormai non ci si meraviglia di nulla.

Oltre alla fiction, in cosa ti troveremo impegnato questa estate?

Continuerò a portare in giro per l’Italia il mio divertentissimo one man show (ndr “Mi hanno rimasto da solo”).

LASCIA UN COMMENTO