Marina Marchione, una delle poche artiste complete, sempre in crescita, che si è costruita da sola e che lascia il suo segno nel percorso artistico variegato del teatro, della televisione, della scrittura, del musical, della comicità. Tutto ciò che è arte non fa altro che completarla, come lei stessa vuole. E’ un piacere per Gente Vip poter dialogare con questa artista, perchè è sempre un privilegio avere a che fare con personalità che non saranno mai di passaggio, come molte stelle cadenti odierne, ma che sono invece la base solida dell’arte dello spettacolo italiano. Presente nella fiction “L’onore e il rispetto 5” Marina Marchione ha segnato con la sua presenza anche la serie web “LSB2” e “Non è stato mio figlio” fiction di Canale 5, accanto all’attrice Stefania Sandrelli. Attrice, sceneggiatrice, scrittrice, coreografa, radiocronista, presentatrice, comica, appena di ritorno dalla manifestazione Comic Ring Show, Marina Marchione regala al suo pubblico questa deliziosa intervista.

L'attrice Marina Marchione intervista esclusiva a Gente Vip
Marina Marchione

Marina Marchione: “Sono legatissima al mio personaggio Lucrezia di LSB”

Iniziamo subito col chiederti come ti trovi nel ruolo di Suora nella fiction di successo “L’onore e il rispetto 5”?

Ho finito di girare da poco. Ho interpretato una suora siciliana ed è stato divertente e poi, da piccola, volevo farmi suora; non so perchè (ride, ndr.), ma ci pensavo spesso. E’ stato interessante interpretare un ruolo così lontano da me.

L’onore e il rispetto è un prodotto di successo, una storia intensa. Sei orgogliosa di lavorare in questa fiction?

Orgogliosissima! Sul set mi sono trovata benissimo, come sempre quando lavoro per la “Ares film” di Alberto Tarallo (produttore n.d.r.) , uno staff strepitoso, professionale ed attento. Mi sento sempre un po’ a casa quando giro con loro… è una bella “famiglia”.

Con Gabriel Garko hai lavorato anche in “Non è stato mio figlio”, nei panni di Enrichetta. Come ti trovi a lavorare con lui?

Gabriel è una persona squisita, umanamente e lavorativamente parlando, un vero professionista e poi è sempre sorridente; molto bello e non solo esteticamente: è una bella persona.

A quale personaggio che hai interpretato negli ultimi tempi, o che interpreti ancora, sei più legata e perchè?

Marina Marchione è legata al personaggio di "Lucrezia", il ruolo che interpreta in LSB2
Marina Marchione intervista

Beh, sono legata al personaggio di “Lucrezia”, il ruolo che interpreto in LSB2, la serie web che ho girato lo scorso anno. Sono legatissima a questo mio personaggio: intenso, forte e fragile allo stesso tempo, una ragazza con un passato difficile e una storia d’amore travagliata. Lucrezia è psicologicamente instabile ed è stato “particolare” avvicinarmi a questo personaggio, me ne sono innamorata. Mi bassa indossare un solo accessorio di Lucrezia per sentirla dominare. Viene fuori, si impone; e’stato complesso cercarla dentro di me, ma è stato meraviglioso incontrarla e raccontarla. Ringrazio molto Geraldine e Floriana per questo (le registe di LSB2 ndr.).

Tu sei una professionista completa, che porta nel suo bagaglio esperienze come attrice, sceneggiatrice e scrittrice. Hai partecipato a serie televisive e film cinematografici. Qual è la strada professionale che preferiresti sviluppare rispetto ad altre?

Diciamo che credo che un artista sia alla continua ricerca di stimoli. Io sono un’attrice, sono nata per questo, mi RIEMPIE il mio lavoro e spero di poter fare questo per tutta la vita, ma mi cimento in altre cose, sono curiosa, mi testo in diversi contesti perchè mi piace mettermi in gioco e poi è importante conoscere nuove forme d’arte, imparare nuove sfumature. Siamo nel terzo millennio e più cose sai fare meglio è.

Scrivere e portare in televisione un tuo libro. Sbagliamo a dire che è un tuo sogno?

Ho scritto un libro nel 2012: “DicoNodiMe” con la prefazione dell’ex Onorevole delle pari opportunità Mara Carfagna e la postfazione di Francesca Rettondini, cara amica e attrice bravissima. E’ andato bene e sono felice, mi sarebbe piaciuto farlo diventare un film…. e chissà che non accada.

Scrivere una sceneggiatura è come scrivere un libro?

No, non lo è, ma ci sono libri che si prestano ad essere sceneggiature.

Se tu dovessi farti una domanda, cosa ti domanderesti?

Mi chiederei se sto facendo la cosa giusta.

E quale sarebbe la risposta?

“SI”. Mi piace questa domanda perchè me la sono cavata senza dirti un c…o. (ride n.d.r.)

Hai girato le piazze d’Italia come presentatrice per varie manifestazioni. Come cambiano le emozioni in base al lavoro diversificato che ti trovi ad affrontare? Cinema, musical, in piazze davanti al pubblico?

Le sensazioni sono sempre diverse, sono lavori diversi, contesti diversi, pubblico diverso… ergo… è tutto diverso! La cosa che rimane uguale è l’adrenalina, perchè sta lì e sale e il cuore va a mille. In comune, tutte queste cose, hanno anche quello che faccio io, prima di salire su un palco, su un qualunque palco: segno della croce e tre baci a terra: non chiedermi perchè, ti risponderei perchè l’ho sempre fatto.

A settembre si è concluso il Comic ring show, la manifestazione comica di Stefano Fabrizi, organizzata da “All’ombra del Colosseo” e che da giugno 2015 ha visto presentarsi sul palco comici professionisti e nuove leve, provenienti anche da trasmissioni televisive di successo come “Zelig”, “Made in Sud” e “Colorado”. Come hai vissuto questa esperienza?

Marina Marchione si racconta a Gente Vip
Marina Marchione foto

Beh il “Comic ring show” per me è stato una scoperta strepitosa. Ho incontrato Stefano Fabrizi sul set di una sit-com per Italia 1 che ho fatto un paio di anni fa e dall’inverno immediatamente successivo ho chiesto a Stefano di poter provare a frequentare il suo laboratorio; con lui ho iniziato un altro “colore” di questo mestiere, il Cabaret, la comicità. Mi hanno sempre detto che “avevo i tempi” e “facevo ridere” ma non avevo mai provato a frequentare un laboratorio e con il “Comic ring show” ho capito che sicuramente questa non è una strada da trascurare, ma da perseguire con costanza ed ecco che è arrivata “l’Ombra del Colosseo ” undici appuntamenti con il Comic Ring Show, all’interno di questa manifestazione estiva romana molto importante, con tutti i comici; una cosa davvero divertente! Un gruppo di persone tra i venti e i cinquantanni, da Antonio Covatta a Marco Passiglia, da Andrea e Simone ad Oscar Biglia, da Capretti a Mago Lupis fino agli Effervescenti Naturali e Mario Barletta e tutti, tutti gli altri. Adoro i miei colleghi e ovviamente Stefano Fabrizi, il mio guru per me è lui, tipo il maestro Miyagi e io sono Daniel San (karate kid ndr. ride)

Marina, rivedendo tutti questi tuoi lavori, ora, cosa vorresti regalare al tuo pubblico?

Il teatro, voglio fare un po’ di TEATRO, quello sano, quello bello, quello… vero.

Progetti futuri?

Come già ti accennavo prima, devo girare la terza serie di LSB, poi dovrei essere in teatro a dicembre, a gennaio e ad aprile. Poi ho un altro progetto in chiusura di cui ancora però non parlo, si dice: è scaramanzia.

LASCIA UN COMMENTO