Nel nuovo film di Manuela Tempesta, Pane e burlesque, è una delle Dyvettes che assieme al resto del gruppo abbandona Giuliana, interpretata da Sabrina Impacciatore. Lodovica Mairè Rogati, in occasione dell’uscita nelle sale della pellicola e del suo buon piazzamento all’interno della Top 10 dei film più visti si racconta a GenteVip.

Lodovica Mairè Rogati intervista esclusiva a GenteVip
Lodovica Mairè Rogati intervista esclusiva a GenteVip

Lodovica, raccontaci un po’ questa tua partecipazione a “Pane e burlesque”: com’è nata?

Mi hanno chiamata dalla produzione per un regolare provino e mi hanno scelta. Sono stata molto felice di poter partecipare a questo progetto perche’ non ero mai stata diretta da una donna e con la regista Manuela Tempesta mi sono subito trovata in sintonia, e poi perchè ho trovato la storia estremamente delicata e al contempo attuale.

Il tuo personaggio, nello specifico, qual è?

Sono una Dyvette. Una performer di burlesque che gira in tour per esibirsi insieme a Giuliana, interpretata da Sabrina Impacciatore, protagonista del film,  fino a quando non deciderà, in accordo con le altre Dyvettes, di tradirla lasciandola sola.

Se ti chiedessi un aggettivo per le altre quattro protagoniste Laura Chiatti, Sabrina Impacciatore. Giovanna Rei e Michela Andreozzi?

Sabrina Impacciatore è una donna molto gentile. Sulle altre non saprei cosa dire. Abbiamo interagito molto poco, non avevamo un granché da dirci. E in verità anche tra di loro non hanno stretto tanto. Evidentemente sono molto diverse l’una dall’altra.

E per la regista Manuela Tempesta?

Lei è una donna estremamente attenta, seria, profonda. Una bella anima.

Un aneddoto legato alle riprese?

A parte il cane che quando lo si chiamava andava totalmente dalla parte opposta perché non era assolutamente addestrato e io me lo coccolavo dalla mattina alla sera, devo dire che ‘certe’ scenate da parte di alcune delle attrici sono state a dir poco patetiche e allucinanti. Spesso accade in questo mestiere che qualcuno/a perda la bussola. Causa: una briciola di successo.

Adesso, nella sfera professionale, cosa bolle in pentola?

In pentola bolle un mio film, un libro ed un nuovo progetto televisivo. A breve diró tutto.

Il tuo sogno nel cassetto qual è?

Di sogni ne ho tanti. Alcuni più concreti ed altri purtroppo meno. Ad esempio far chiudere tutti gli zoo, i circhi con gli animali, i laboratori di vivisezione, gli allevamenti di pellicce ecc ecc… Di poter vivere quindi in un mondo rispettoso degli animali.

Quando non lavori come trascorri le tue giornate?

Faccio sport, tutti maschili e tutti estremi ovviamente (ride,n.d.r.). Suono e leggo molto. Scappo al mare appena posso. Mi dedico ai miei animali e soprattutto scrivo. Scrivo, scrivo, scrivo.

E nel privato come vanno le cose?

In questo momento sono molto felice. Ho trovato un uomo col quale divertirmi parecchio (ride,n.d.r.).

Cosa deve fare un uomo per colpirti?

Innanzitutto deve essere un uomo risolto. Non sopporto chi non è nè carne nè pesce. Chi si piange addosso, chi si rotola nell’abitudine e nella mediocrità. Io sono una donna estremamente indipendente, strutturata, sicura di sé e bisognosa dei propri spazi. L’uomo che mi sta accanto deve avere spalle larghe per accettare la mia libertà di testa e di espressione, gambe veloci per starmi dietro, ed un cuore profondo come il mare.

Quali sono le tue principali armi di seduzione?

Non posso svelarle altrimenti poi non valgono più. Sono un segreto. Una cosa è certa peró: non fingo mai di essere ció che non sono. Di Lodovica Mairè ce n’è una sola ed è quella che vedi. Non ho doppie facce, solo tante sfumature.

Credito foto: Federico Guberti

LASCIA UN COMMENTO