Laura Bono torna sulle scene in veste di cantautrice e di produttrice con il nuovo album SEGRETO“. La cantautrice, vincitrice di Sanremo Giovani 2005, pubblica il quarto album di inediti, dopo un percorso personale e professionale che l’ha cresciuta tantissimo e le ha dato modo di incontrare e collaborare con grandi artisti della musica italiana come Vasco Rossi e Gianna Nannini. Un nuovo e più maturo ritmo musicale dal sound pop-rock e storie tutte da raccontare. “SEGRETO” è già un grande successo e Laura Bono si racconta a Gente Vip.

Laura Bono intervista esclusiva a Gente Vip
Laura Bono

Sei impegnata nella promozione del nuovo album Segreto, che sta andando molto bene. Come ti senti a rincontrare i tuoi fan?

È una gioia vera! Loro, che io chiamo “pezzi di cuore”, mi hanno sempre indicato la strada, ovvero con loro ho capito che sono sulla strada giusta.

Il singolo SEGRETO è un pezzo autobiografico, che forse segna un nuovo cammino. Possiamo dire così?

Quasi tutte le canzoni che ho scritto sono autobiografiche, chi più chi meno, sicuramente questa più che segnare il mio nuovo cammino spero lo segni alle persone che come me hanno vissuto questa esperienza, ma sono ancora soffocate. Io ho smesso di soffocare da qualche tempo.

Tu hai dei tuoi diari segreti?

Non al momento, ma mi fa sorridere vedere quelli che ho conservato quando torno a casa dei miei genitori, nella mia ex cameretta.

Ci racconti qualcosa del tuo nuovo album?

Laura Bono nuovo album SegretoL’amore è il filo conduttore, quello che unisce ogni traccia, anche quelle che non ne parlano prettamente sono legate al mio amore comunque per la vita e per le persone. All’interno ci sono 11 tracce, 10 inediti e 1 cover di Rita Pavone. In queste 10 passo dal raccontare di un amore “segreto” purtroppo logorato nel tempo dal silenzio che lo ha avvolto, per paura di essere vissuto alla luce del sole, all’emozioni fortissime che ti si scaturiscono dentro quando incontri la persona con cui pensi di voler passare il resto della tua vita, alla finta allegra “Pietro torna indietro” in cui Pietro non è un accendino ma è un ragazzo, un uomo, che ha una malattia e si chiama depressione e così via, insomma parlo della vita che mi  circonda.

Sono passati 10 anni dal tuo esordio a Sanremo. Come sei cambiata professionalmente da allora?

Credo molto, ho studiato tanto e continuo a farlo. Il live intenso poi è la miglior palestra.  Sicuramente sono più determinata, consapevole e maturata, rimango sempre la Laura che si meraviglia per tutto ma sicuramente con un po’ più di realtà negli occhi.

Tu sei cantautrice e con le tue canzoni racconti la vita, ma hai mai pensato di scrivere un libro?

Sì, e una volta ci ho provato, stava venendo una meraviglia, poi mi hanno rubato il computer ed io ovviamente non avevo fatto un backup. Per il nervoso non l’ho più ripreso.

Cosa ami di te stessa e cosa miglioreresti?

Amo il mio modo di vedere il mondo, con la luce negli occhi. Cosa migliorerei? Essendo molto emotiva, vorrei riuscire a proteggermi di più, lasciarmi scivolare un po’ di più le cose addosso.

C è un pezzo a cui sei legata particolarmente?

Immagino tu intenda non mio, sì, ce ne sono tanti, uno fra questi “Another day in paradise” di Phil Collins. Mi riporta con la mente ai tempi delle scuole medie, mentre a piedi raggiungevo la scuola, con la cartella pesante sulle spalle, ma con la testa leggera leggera, che quasi volava perché con il walkman ascoltavo a tutto volume il suo album durante il tragitto. Ma la musica ha i super poteri.

Dove ti piacerebbe cantare? In che città o in che luogo?

Ovunque! Pure sulla luna!

E con chi vorresti duettare?

Se devo sparare alto, visto che i sogni non hanno limiti, Jovanotti! Lo amo!

Se dovessi dedicare una canzone al tuo amore, anche di un altro cantante, cosa le dedicheresti?

Stiamo sempre sul Jova allora, e sull’allegro, quindi “Il più grande spettacolo dopo il big bang”, delle mie invece “Canzone semplice ” che è nel mio ultimo album.

L’amore è……?

Ovunque.

Che cantanti ti piace ascoltare nei tuoi momenti di relax?

Di tutto, dagli Snow Patrol ai Club Dogo… musica a 360 gradi (che mi piace però).

Se dovessi guardarti allo specchio e rivedere tutto, il tuo percorso professionale e personale, cosa ti diresti?

Pacca sulla spalla…sono fiera di te Laura!

Gente Vip ti ringrazia per questa gentile intervista e assieme ai tuoi fan ti augura un meraviglioso tour.

Grazie di cuore a voi per lo spazio e l’attenzione.

LASCIA UN COMMENTO