Jeremy Renner intervista:  Allarme antincendio in sala: gli Avengers sbarcano con Jeremy Renner al Taormina Film Fest 2016! Sembra tutto perfettamente in sintonia con un film d’azione, il personaggio entra in sala e poco dopo un allarme risuona intimando tutti di scappare. Fortunatamente l’episodio è stato archiviato come una buffa coincidenza.

La Tao Class con l’attore americano, conosciuto soprattutto tra gli amanti dei Marvel per via del suo personaggio Clint Barton alias Occhio di Falco,  è stato uno degli eventi più attesi nel corso della settimana dedicata al cinema internazionale.

Jeremy Renner Avengers Taormina Film Fest 2016
Jeremy Renner

Jeremy Renner, che quest’anno ha collezionato due nomination agli Oscar grazie ai film The Hurt Locker di Kathyrin Bigelow e The Town di Ben Affleck, ha raccontato con passione qual è la sua concezione del mestiere dell’attore.

Quando capisce di essersi innamorato di un progetto?

Beh quando mi piace la storia! Devo potermi riconoscere in questa e trovarvi un qualcosa che mi impegni.

Che supereroe pensi che sia Occhi di Falco in Avengers?

Lui è ancorato alla vita quotidiana. Se mi avessero chiesto di fare un vero supereroe che vola non mi sarei riconosciuto.

Ti piacerebbe proseguire con la saga degli Avengers?

Mi piacerebbe approfondire il mio personaggio, ma questa decisione spetta alla Marvel. 

Con Kathyrin hai fatto uno dei suoi film più belli dove forse hai interpretato uno dei suoi personaggi più complessi?

Hurt Locker è un film realizzato in stile documentaristico. Prima di iniziare le riprese mi sono esercitato come soldato e solo dopo mi sono concentrato sui dettagli per impossessarmi del personaggio. 

Com’è stata invece esser diretto da Ben Affeck?

È un grandissimo regista e attore, è stato molto attento ai dettagli e mi ha lasciato spazio. 

Come cambia l’approccio dell’attore fra cinema e televisione?

L’approccio dell’attore resta uguale! Però in questi ultimi anni sta diventando seriale e in questo imita molto la televisione, ma è anche vero che il pubblico comunque si innamora dei personaggi. Penso che da un punto di vista cinematografico è triste vedere che si faccia sempre lo stesso film.

Qual è la tua personale impressione di Taormina?

Dal pubblico mi sento trattato benissimo. Ho il cuore e soprattutto la pancia pienissima.

LASCIA UN COMMENTO