Briosa, poliedrica e sempre in movimento Georgia Viero. L’abbiamo conosciuta meglio nella stagione 2014 quando è entrata, nel ruolo di valletta, nel programma Tv “Il processo di Biscardi”, ma l’esperienza televisiva non è la sola e nemmeno un caso isolato. Georgia Viero, nata a Buenos Aires, ma italianissima d’adozione, è anche autrice di diversi singoli musicali e nel 2010 esordisce sul grande schermo con Halloween Party di Sergio Stivaletti e Michele Soavi e nel 2013 con Indovina di chi viene a Natale di Fausto Brizzi. Non mancano poi esperienze teatrali e televisive ma anche come modella e fotomodella. Un sogno televisivo? Magari partecipare a Pechino Express. Georgia Viero torna a raccontarsi su Gente Vip.

Georgia Viero intervista esclusiva a Gente Vip
Georgia Viero

Georgia Viero: “Non sono figlia d’arte e non sono legata a nessun imprenditore o figura politica ma…”

Sei nata in Argentina ma sei italianissima d’adozione. Hai mai temuto il confronto con la showgirl Belen Rodriguez?

Assolutamente no! Sarebbe un pazzo chiunque ci paragonasse. Lei è la perfezione dal punto di vista estetico e come showgirl. Sa fare tutto ed è bravissima a recitare, cantare e ballare. Diciamo che forse ho il 30% del suo talento e il 15% della sua bellezza…. imparagonabili!! Ma la speranza è l’ultima a morire magari un giorno le percentuali almeno sul talento spero di aumentarle un po’.

Raccontaci l’estate di Georgia Viero.

Ho lavorato al mio Bed and Breakfast in Prati, ho girato uno spot tv e poi sono partita in crociera, su una splendida nave che mi ha portato a Marsiglia, Palma di Maiorca, Valencia, Palermo, Catania e Genova. Sono stata benissimo e mi sono riposata con il mio compagno.

Hai dichiarato di aver rinunciato ad un amore ottuso per inseguire il successo. Attualmente che rapporto hai con il sentimento dell’amore?

Prima del mio attuale compagno, ho avuto un‘altra relazione con un ragazzo un po’ insicuro, che purtroppo non ha saputo gestire il fattore gelosia sterile e non aveva l’apertura mentale di andare oltre l’apparenza senza comprendermi, senza comprendere la visione libera e cosmopolita che ho dell’esistenza. Non potevamo coesistere dal punto di vista sentimentale, sono stata anche tradita e naturalmente non ho perdonato. La mancanza di lealtà, qualsiasi essa sia, non si supera mai, perché fa venire meno la fiducia e ancor di più la stima.

Sei sempre entusiasta e gioiosa ma hai vissuto due grandi drammi: la perdita di tuo padre e la grande paura per il tuo compagno. Come affronti il dolore?

Georgia Viero intervista
Georgia Viero intervista

Devo dire che sono stati due momenti estremamente dolorosi, che mi hanno fatto prendere coscienza della nostra fragilità. In quei momenti, ho pensato di non poter andare avanti, che nulla avrebbe avuto più senso. Alessandro stava morendo di meningite, a causa di un intervento andato male, ha lottato e lo stiamo ancora superando, anche perché per ristabilirsi completamente ci vorranno anni. L’amore e gli affetti sono tutto in questa vita. Per certi versi sono molto selettiva nelle amicizie, scherzo ed esco volentieri con tutti, ma ravviso anche molta mediocrità e dunque so che non avendo i miei affetti, le persone che stimo, non avrei nulla che alimenterebbe quella gioia di vivere, condividere e fare. Senza gli altri non siamo nulla, non ci bastiamo, è un’utopia.

Essere una ragazza in gamba conta ma lo è anche essere di bella presenza. Qual è il tuo parere di fronte alla strenua ricerca di tutti per raggiungere la bellezza ideale che spesso coincide con l’estrema magrezza?

Sulla magrezza non sono del tutto d’accordo, ci sono delle modelle curvy sensualissime e che sono più richieste dei classici grissini. Ti dico la verità, anche io sto attenta, ma per una questione più che estetica di salute, di igiene alimentare. Il  fisico mi piace tonico e proporzionato, poi l’alta moda ha canoni pazzeschi che neanche io oso avvicinare. O nasci come le russe e moldave,  già stangone,  oppure bisogna accettarsi, migliorarsi e valorizzarsi. Sono un’esteta e ovviamente la cosa migliore che penso che si possa fare è piacersi, non trascurarsi, ma neanche ossessionarsi.

Hai dichiarato che il mondo artistico è spesso privo di meritocrazia, si va avanti insomma a suon di raccomandazioni. Pensi che riguardi solo l’Italia?

E’ una cosa che mi ha fatto soffrire molto, ma sono forte e non soccombo. Preferisco poche cose ma buone e serene. Non sono figlia d’arte e non sono legata a nessun imprenditore o figura politica dunque è più tosta, ma non fa nulla. Vado avanti tranquilla, forte di un lavoro continuativo e sicuro, come quello imprenditoriale in cui mi sto cimentando e per il resto sarà quel che sarà. Io ce la metterò sempre tutta.

Sei molto attenta alla solidarietà e alla beneficenza. Hai realizzato il sogno di partire per l’Africa?

Non mi piace molto parlare del sociale, è una cosa che dovrebbe rimanere intima, però è vero che ho questo desiderio che sicuramente prima o poi realizzerò attraverso Radio Bimbo.

Sei stata riconfermata per il terzo anno al Processo di Biscardi, quali sono i punti forti di Georgia Viero?

Georgina è leale, instancabile, paziente, si mette in gioco e ama profondamente questo lavoro e credo di comunicarlo da ogni poro della mia pelle…. Biscardone non lo freghi! (ride, ndr).

Parteciperesti ad un Reality Show, se sì quale?

Un sogno nel cassetto è quello di partecipare a Pechino Express, lo adoro! Penso sia un avventura che ti rimane per la vita e nella quale potrei esprimermi e far emergere un lato di me su cui vorrei lavorare. Finalmente un reality intelligente e fico!

In quali progetti futuri ti vedremo coinvolta?

C’è qualcosa di grosso in pentola, ma come dico sempre, finchè non si mette nero su bianco… acqua in bocca (ride, ndr).

LASCIA UN COMMENTO