Carolina Marconi intervista – Il 17 maggio si è svolta l’inaugurazione del nuovo negozio di abbigliamento di Carolina Marconi dal nome “Aloha” con il quale l’ex gieffina ha realizzato il suo desiderio di avvicinarsi sempre di più nel mondo della moda.

Nello store si possono trovare vestiti del brand Imperial, Please, gioielli fatti a mano in rame dell’azienda di Varese “I signori degli anelli” e naturalmente non possono mancare le scarpe Markol, brand creato proprio da Carolina Marconi. Per l’opening party di “Aloha” Carolina ha indossato un abito di pizzo color panna, con una scollatura profonda, scarpe beige con tacchi vertiginosi, ombretto sfumato sugli occhi, rossetto rosato e una capigliatura voluminosa. Molti gli ospiti vip che hanno voluto partecipare all’evento. Emozionatissima la showgirl ha rilasciato a Gente Vip le sue dichiarazioni.

Claudia Lai, Radja Nainggolan, Carolina Marconi e Alessandro Tulli
Claudia Lai, Radja Nainggolan, Carolina Marconi e Alessandro Tulli

Prima di tutto volevamo chiederti come ti senti?

Sono molto emozionata, perché per me questo nuovo capitolo della mia vita significa tanto.

Cantante, attrice e ora imprenditrice: come è nata l’idea di aprire questo negozio e quindi cimentarti nel mondo della moda?

Ho sempre avuto la passione della moda, mi cucivo tutto io e ho sempre desiderato da piccola, oltre ad entrare nel mondo dello spettacolo, anche in quello della moda. Quindi ho coronato il mio sogno aprendo questo piccolo negozio sperando che sarà un nuovo futuro, anche se non ho mollato il mondo dello spettacolo.

Il nome di questo negozio ALOHA, è un po’ particolare, che messaggio vuole trasmettere?

Aloha vuol dire ciao in hawaiano, io essendo un tipo solare saluto tutti, perché credo che il saluto non si debba negare mai a nessuno. Quindi ho deciso di chiamarlo così, Aloha, in modo che la gente si sentirà ispirata ad entrarci.

Per quanto riguarda il cinema hai altri progetti?

Sì, continuerò il cinema con un nuovo progetto molto carino, ma al momento non ne posso ancora parlare.

LASCIA UN COMMENTO