Nel periodo estivo ci si lascia tranquillamente andare al pensiero del mare, al profumo di libertà, al calore sulla pelle. In estate non ci si nasconde dietro ai muri di casa, ma si sta all’aperto in mezzo alla gente o nei propri pensieri positivi. Incontriamo così l’ex protagonista del Trono Over di “Uomini e Donne Anna Fassiola che si racconta a Gente Vip e regala questa piccola e sentita intervista ai suoi fan.

Anna Fassiola, dal trono over di Uomini e Donne a Gente Vip
Anna Fassiola

Anna Fassiola: “Uomini e donne mi ha dato molte emozioni”

Anna, “Uomini e donne” ti ha dato un periodo di serenità e amore, periodo che poi si è concluso non molto bene. E’ l’uomo che è troppo una delusione o è Anna troppo esigente?

Tutti e due. Io mi definisco una donna molto esigente. Dò molta libertà agli altri, ma esigo lo stesso rispetto per me. Per l’esperienza che ho avuto nella mia vita devo sottolineare che di uomini in gamba ce ne sono proprio pochi.

Torneresti a “Uomini e Donne”?

“Uomini e Donne” è stato un percorso carino, mi ha dato molte emozioni; mi ha dato tanto in tutto e quindi potrei rispondere…”mai dire mai”. Non ci sono cose negative nella trasmissione, l’unica cosa che non mi piace è che molte donne partecipano per stare sotto i riflettori e quindi escono dal vero senso della trasmissione stessa.

Sei alla ricerca dell’anima gemella?

Come ho già detto sono alla ricerca di un uomo in gamba, un uomo tutto mio.

Se tu fossi un uomo, cosa ti piacerebbe di Anna?

Mi piacerebbe tutto. Mi reputo una donna in gamba. E, come si vede, mi piace anche la mia modestia (ride, n.d.r).

Da grandi si porta sempre nel cuore un’immagine della nostra infanzia. Cosa ricordi del tuo essere bambina?

Dell’infanzia ricordo quando guardavo insistentemente fuori dalla finestra. Aspettavo che papà tornasse a casa. Era già comunque un rincorrere la libertà. Ho sempre questa immagine in mente, semplice, dolce.

Ti sei definita anche una donna di mare, perchè?

Più che donna di mare direi donna libera. Il mare, sì, è un’immagine di libertà e freschezza e questo si avvicina molto al mio modo di essere, ma principalmente mi reputo una donna libera. Questo è anche motivo di spavento per molti uomini, che mi vedono come una donna difficile da addomesticare, se così vogliamo dirlo in poche parole.

Il mare è libertà, è serenità, o la terra è un mondo troppo chiuso?

Il mondo del mare è libertà, è spazio infinito. Si pensa al mare come al cielo azzurro. Si ha tempo per pensare. Il rumore attorno non è cupo come quello a terra. La terra è un mondo molto più chiuso.

Avere una famiglia è anche dividere il tempo e l’amore con i figli. Il tuo lavoro ti allontana spesso da loro, come vivi questa lontananza?

Anna Fassiola intervista
Anna Fassiola intervista

La lontananza dai miei figli è terribile. Vorrei averli qui, ma il lavoro mi porta molto lontano da loro. E’ anche vero che ormai sono autonomi e non hanno più bisogno della mamma di un tempo. Io ho una figlia di 30 anni e un figlio di 17, che le difficoltà della vita hanno cresciuto in fretta e devo dire che mi ritrovo dei figli molto più maturi della loro età. Quando torno a casa da loro mi rendo conto di avere una bella famiglia. Mia figlia mi porta il mio nipotino (io sono già nonna) e così mi diverto con lui, mentre mio figlio studia doppiaggio e tre strumenti differenti…. è un artista e non ci si può di certo annoiare con lui.

Che lavoro fai Anna per essere così lontana dai tuoi figli?

Io ho la patente nautica e guido una barca con cui porto i clienti in giro per Gallipoli. Chi vuole andare al largo a fare il bagno o chi vuole fare un giro turistico. Mi metto a disposizioni dei clienti, decidendo assieme un itinerario. E’ un lavoro stagionale, che mi diverte, poi andrò in Brasile per un progetto di lavoro e prenderò l’occasione anche per riposarmi un po’. In pratica unisco l’utile al dilettevole.

Quindi questo sarà il tuo periodo di ferie?

Più che ferie sarà l’oppurtunità per cercare di realizzare un mio progetto lavorativo, però, come ho detto prima, avrò tempo anche per rilassarmi un po’.

Quindi tornando all’amore?

Mai dire mai anche per questo.

LASCIA UN COMMENTO