Avere gambe snelle e toniche è il sogno di ogni donna e poche sono le fortunate che ne sono “provviste”. Questo articolo nasce dalla necessità di ricordarvi che la bellezza delle gambe è strettamente legata alla salute: tacchi alti, alimentazione sregolata e postura errata sono solo alcune delle cause che possono portare ad un mal funzionamento delle strutture e quindi alla difficoltà di poter vantare gambe da sogno! In questa stagione tra collant coprenti e pantaloni dimentichiamo le gambe per poi ricordarcene all’improvviso con l’arrivo della primavera che porta irrimediabilmente a scoprirle e rendersi conto di averle trascurate.

Salute e benessere: La bellezza delle gambe
Salute e benessere: La bellezza delle gambe

Il mio consiglio è prendersene cura durante tutto l’anno in modo particolare se avete capillari visibili, gonfiori diffusi, cellulite e sensazione di formicolio. Se lamentate pruriti agli arti inferiori o crampi notturni è meglio rivolgersi al medico di fiducia per le cure del caso poiché la situazione è da valutare attentamente avendo superato il problema del livello “estetico”. Spesso possono essere consigliati integratori e qualche volta veri e propri farmaci in rapporto alla gravità della sintomatologia.

Se la situazione non è ancora di competenza medica, o peggio chirurgica, vorrei ricordarvi alcune regole “preventive” per preservare la salute e quindi la bellezza delle gambe.
L’alimentazione è fondamentale e vorrei tirare le orecchie a chi non beve almeno il canonico litro e mezzo di acqua naturale al giorno e non mangia frutta e verdura. Consigliati gli alimenti integrali e sconsigliati alcolici e zuccheri elaborati. Per chi è in sovrappeso, decidere seriamente di raggiungere o almeno avvicinarsi al peso ideale, è strettamente consigliato e chiaramente non solo ai fini estetici, ma di salute e direi di autostima, ma questo è un altro argomento.
La postura è importante per la salute della schiena e delle gambe e naturalmente dei capillari, quindi attenzione a non accavallare le gambe e a sedere in modo corretto davanti al pc. Se siete obbligati a stare davanti ad una scrivania, ricordatevi di alzarvi per almeno 10 minuti ogni ora, per favorire il ritorno venoso. Se siete obbligati a stare a lungo in piedi, scegliete scarpe con tacco 4-6 cm, possibilmente largo ovvero con una buona base di appoggio. Non posso parlar male dei tacchi alti poiché li adoro, ma vorrei ricordarvi di usarli con parsimonia e adatti alla vostra cambrure (ve ne parlerò prossimamente in un altro articolo), evitate comunque di stare fermi in piedi troppo tempo o fare lunghi tratti di strada a piedi (specie a Roma tra i sanpietrini!), perché potrebbe essere fatale per le vostre caviglie e sicuramente per i vostri.. tacchi!
Un abbigliamento troppo aderente come i jeans, impedisce lo scarico linfatico e rende precaria la circolazione profonda. Attenzione anche alle guainette contenitive, che ora vanno tanto di moda, poiché devono essere usate davvero solo per occasioni e per abiti speciali. Assolutamente vietate per tutti i giorni, poiché sono alleate della cellulite.
L’attività sportiva è sempre consigliata, ma non serve ammazzarsi in palestra: lunghe passeggiate, almeno mezz’ora al giorno e con le scarpe giuste, fare frequentemente le scale è già un buon inizio.
Se poi arriverete a marzo senza aver seguito i miei consigli, possiamo correre ai ripari con i programmi di dimagrimento express, come quello quindicinale chiamato “gambe snelle”, ma è parecchio tosto, quindi vi consiglio di pensarci per tempo.

LASCIA UN COMMENTO