Facendo riferimento alla nota pubblicità sulla pasta che da qualche tempo si vede in tv potrei riassumere che “il segreto della buona pasta è la pasta”, ma siccome sarebbe scontato e solo parzialmente vero, di seguito troverete degli ottimi consigli. Sia che siate dei novellini in cucina, sia che siate più esperti, vi invito a seguirli. Per qualcuno non è affatto scontato, ma la scelta del formato di pasta è fondamentale. Così, come l’abbinamento tra bicchiere e vino, cambia notevolmente il piacere della degustazione, ci sono sughi che si sposano bene con alcune tipologie di pasta e rimangono passabili con altri. Alcuni esempi: con gli spaghetti ok condimenti  semplici come il classico aglio e olio, ottimi alla matriciana (pomodoro e pancetta) oppure cacio e pepe (questi ultimi sono più difficili da preparare di quanto si pensi!). La pasta corta si presta meglio a condimenti più ricchi come sughi di carne o panna e funghi.

I segreti della pasta i consigli di Emanuela Scanu
La pasta, segreti e consigli

La quantità di acqua da far bollire deve essere calcolata come un litro ogni etto di pasta e per salare la pasta sarebbe più indicato il sale grosso nella quantità di 10-15 gr. di sale per litro. Il sale si aggiunge quando l’acqua è in ebollizione e si aspetta a “buttare giù la pasta” quando il sale è ben sciolto.

La pasta va immersa tutta insieme e si mescola subito per evitare che vada sul fondo e si attacchi. Mescolare di tanto in tanto per far sì che la pasta continui a galleggiare nell’acqua fino a fine cottura. In alcuni casi, come per le pappardelle, tagliatelle ecc., è meglio aggiungere un filo d’olio nell’acqua per evitare che precipitino in basso. La cottura va effettuata a fuoco vivace e con la pentola scoperta.

A volte non sono indicati i tempi di cottura della pasta fresca che dipende dal gusto personale e dallo spessore della sfoglia. In genere bastano pochi minuti , ma è sempre bene assaggiare prima di scolare. Negli altri casi, specie nella pasta secca, i tempi di cottura sono indicati nella confezione e sono attendibili. Quando scolate la pasta tenete sempre un po’ di acqua di cottura da parte, poiché potrebbe essere importante per rifinire alcuni condimenti e amalgamare bene. Il formaggio va aggiunto al momento e solo dopo che ha assorbito il sugo ed è indicata per preparazioni a base di carni, non indicata per preparazioni a base di pesce, ma i gusti son gusti!!!

LASCIA UN COMMENTO