Quando ero una ragazzina le persone dopo i 40 anni erano di mezza età e quelle di 50 venivano considerate vecchie! Oggi possiamo dire che sia per gli uomini che per le donne è ancora un’età in cui ci si può considerare ragazzi, almeno nella maggior parte dei casi, questo è dovuto al miglioramento della qualità della vita in generale. Eppure specie per le donne arrivano periodi difficili in cui, a fronte di un fisico in apparenza giovanile, iniziano una serie di problematiche prima fra tutte come frequenza aumento di peso e gonfiore. Allora ecco per voi le mie pillole di saggezza per alimentarsi nel miglior modo possibile nel periodo della menopausa e pre – menopausa.

Consigli per una corretta alimentazione per le donne alla soglia degli anta
Consigli per una corretta alimentazione per le donne alla soglia degli anta

Pochi indispensabili consigli per una corretta alimentazione alla soglia degli “anta”:

  • pochi grassi, soprattutto quelli saturi di origine animale;
  • tanta frutta e verdura;
  • tante fibre e cereali integrali che attivano la funzione intestinale e catturano parte dei grassi evitandone l’assorbimento: pane integrale;
  • il calcio deve essere assunto in dosi maggiori, così da prevenire l’osteoporosi (fenomeno caratteristico della menopausa) che troviamo nello yogurt magro, latte scremato, formaggi light, ma anche alcuni ortaggi (carciofi e spinaci) e agrumi;
  • ridurre l’apporto di calorie;
  • Per condire è più salutare l’olio extra vergine di oliva che il burro o margarina e comunque sono nocivi tutti i grassi saturi ricchi in colesterolo;
  • Ridurre il consumo di sale (vanno evitati anche i cibi ricchi di sale come i salumi e i dadi da cucina);
  • limitate anche le quantità di zuccheri o carboidrati raffinati (zucchero da tavola, dolci, alcool): preferite piuttosto gli zuccheri complessi presenti in pasta, riso, pane, polenta e legumi.

Si tratta di piccoli accorgimenti sulle scelte alimentari che evitano un qualsiasi  fisiologico aumento di peso a patto che vengano mantenuti nel tempo. La cosa migliore è arrivare ad una “certa età” avendo già instaurato un ritmo di vita sano per evitare, o almeno rallentare, tutti quei problemi che si riscontrano dopo gli “anta”!

 

 

LASCIA UN COMMENTO