Le dichiarazioni veramente importanti e le confessioni più scottanti Tiziano Ferro le ha sempre affidate alla rivista Vanity Fair: è accaduto nel 2010 quando fece outing, superando la paura di confessare la sua omosessualità, e possiamo dire che lo fa oggi raccontando non solo di una tappa importante come quella del Best of in uscita che fa un punto della sua carriera, ma anche di come vede la sua vita tra qualche anno e di quali sono i progetti che lo aspettano.

Tiziano Ferro e il suo bisogno di paternità
Tiziano Ferro e il suo bisogno di paternità

Inutile dire che la musica è al centro del mondo di Tiziano e che per ora pensa vivere pienamente i suoi 34 anni, al momento da single, ma per il futuro il cantante di Latina sogna a suo modo una famiglia e in particolare un figlio: “Vedendo i miei amici mettere su famiglia e avere dei figli, mi sono dato anch’io delle scadenze: o trovo un’amica consenziente che desidera a sua volta un figlio, o seguo l’esempio di amici e colleghi e vado all’estero, in America. Mi do tempo fino a 40 anni; se entro questa età non trovo una persona con cui prendere questa decisione, allora penso a fare da solo, spiega Tiziano alla rivista. Il primo passo quindi sarebbe quello di riuscire a trovare la persona giusta con cui condividere questa tappa importante, e per ora ancora non si vede all’orizzonte.

Tiziano però ha le idee molto chiare: vuole vivere la gioia di crescere un figlio, anche senza però il matrimonio che non ritiene una tappa fondamentale o di cui almeno non sente ancora il bisogno. Naturalmente non poteva non scapparci la domanda su quale fosse il parere di Tiziano circa la situazione dei diritti degli omosessuali qui in Italia, a cui il cantante risponde con lucidità e schiettezza: “Le coppie gay sono un dato di fatto: perché scendere in piazza per protestare contro la loro esistenza? Se non siete d’accordo va bene, ma davvero vale la pena spendere tutto quel tempo e quelle energie?”.

LASCIA UN COMMENTO