Stefano Bettarini e Simona Ventura oggi sono un esempio di come una coppia di ex coniugi possa mantenere buoni rapporti. Certo, quando si separarono ne uscirono di tutti i colori ma poi, col passare del tempo, è tornato il sereno tanto da permettere all’ex calciatore di lavorare al fianco di SuperSimo a “Quelli che il calcio”. Finito l’impegno domenicale su Rai Due, Stefano è intervenuto come ospite a “Domenica Cinque” dove, in una lunga intervista, ha rivelato che Simona Ventura rimane l’amore della sua vita.

Parlando dell’ex moglie, Bettarini ha detto:


“E’ stato l’amore più grande della mia vita”. Ma poi ha anche precisato che non la risposerebbe a 26 anni, perchè era troppo giovane. “Quando ci siamo conosciuti eravamo entrambi all’inizio della nostra carriera e quindi io ho conosciuto la Simona Ventura senza la popolarità di adesso e il successo che ha avuto negli anni. Siamo cresciuti insieme ed è stata la cosa più spontanea. Nel 2004 c’è stato l’apice della nostra carriera: io ero in Nazionale e lei presentava Sanremo e da lì è iniziato a rompersi qualcosa: lei era troppo presa dal lavoro, io avevo le mie esigenze e nessuno andava incontro all’altro”.

Stefano ha poi raccontato il momento più critico, quando con la Ventura decisero di porre la parola fine al loro matrimonio: “All’inizio della nostra separazione abbiamo sbagliato per le persone che ci circondavano e per quelle che parlavano al nostro posto; poi abbiamo preso in mano la situazione io e lei, ci siamo parlati a quattr’occhi e sono finite tutte le guerre mediatiche perché purtroppo le persone che ci circondavano facevano tutto tranne il bene nostro e dei nostri figli, e quindi li abbiamo allontanati“. Bettarini ha anche aggiunto: “Se potessi tornare indietro, non mi separerei da Simona, è stata l’amore più grande che ho avuto“. Ma allo stesso tempo, ha precisato: “Non la risposerei, 26 anni sono troppo pochi perché sposarsi presuppone una maturità che all’epoca non avevo“.

 

Viral video by ebuzzing

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here