Portia de Rossi è nota al pubblico in quanto attrice, recentemente coinvolta nella serie tv Scandal, e in quanto moglie della famosa e amata Ellen DeGeneres. La sua figura, così esposta a livello mediatico, può di certo essere un buon punto di partenza per parlare di argomenti delicati in merito ai quali c’è bisogno di sensibilizzazione e riflessione: in questo caso si è trattato della bulimia.

Portia de Rossi: l'attrice di Scandal parla della bulimia
Portia de Rossi: l’attrice di Scandal parla della bulimia

Portia de Rossi modella da quando aveva 12 anni: così è cominciata la bulimia

Portia ha purtroppo vissuto un’esperienza diretta in questo senso. Sin da quando aveva 12 anni, infatti, ha avviato una carriera da modella che le è costata caro nel momento in cui alla sua giovane figura sono stati applicati rigidi canoni di bellezza. La sua mente ingenua e malleabile ha dunque sofferto a causa della necessità di “apparire modella”:

“I miei agenti mi dissero di mettermi a dieta. E così non ho mangiato per dieci giorni prima di sfilare. Sono su questa passerella, una ragazzina che si mette in posa e cerca di essere sexy e cammina avanti e indietro, e tutte le altre modelle mi prendono in giro per le mie sopracciglia cespugliose”.

Questi i suoi amari ricordi, che assumono tinte sempre più oscure. Dopo quella sfilata, infatti, c’è stata la caduta definitiva. Salita in macchina la de Rossi ha mangiato tutti i suoi dolci preferiti. I sensi di colpa non sono tardati ad arrivare e l’hanno spinta a vomitare. E’ entrata così in un vortice di bulimia dalla quale è riuscita ad uscire combattendo. Ma una cosa l’ha capita: “Cancelli le emozioni con il cibo, cancelli il cibo con il vomito, ma resta sempre la vergogna”. L’attrice mette al servizio la sua esperienza sperando di poter aiutare altre giovani ragazze ad aprire gli occhi e augurandosi di contribuire, dunque, a questa lotta perpetua contro una dubbia estetica che spinge all’autodistruzione.

 

LASCIA UN COMMENTO