Francesca Cipriani, la ex pupa, del programma “La pupa ed il secchione“, si racconta a Pomeriggio Cinque da Barbara D’Urso.  E’ una ragazza sempre allegra e sopra le righe ma purtroppo vittima di un passato difficile.  Francesca  durante l’intervista ha svelato il suo passato tutt’altro che spensierato.  Cresciuta senza un padre, spesso i compagni si approfittavano della sua bontà e le facevano ogni genere di dispetto, una volta tentarono pure di tagliarle i capelli. E questo atteggiamento ostile la faceva soffrire. Ma la cosa più scioccante fu quando il suo datore di lavoro abusò di lei, durante la chiusura del negozio in cui Francesca lavorava come commessa.


Tra le lacrime Francesca racconta di essere stata bloccata dietro il bancone ed inerme ha dovuto subire l’abuso del suo datore di lavoro. All’uscita del negozio vi era la madre che l’aspettava ignara di quel che era successo alla figlia, poi comunicatole da Francesca in lacrime. La Cipriani dice di essere corsa in ospedale con la madre e aver denunciato il suo datore di lavoro. Confessa che la sua spensieratezza vista da molti come superficialità, proprio per questo spesso viene definita “un’oca senza cervello“, è solo il suo desiderio di rivivere l’infanzia e ritrovare quella leggerezza che spesso le è mancata. Aggiunge che sua madre è stata splendida, un genitore come pochi ma, la mancanza del padre si è comunque fatta sentire, nonostante la madre sia stata una figura presente a 360 gradi. Non solo luci e lustrini ma anche un passato non molto semplice il suo.

LASCIA UN COMMENTO