Gossip tv – Ieri sera martedì 12 febbraio 2013 è iniziato il Festival di Sanremo condotto da Fabio Fazio e Luciana Litizzetto. Ospite attesissimo il comico Maurizio Crozza. Il programma è iniziato con il «Va pensiero» di Verdi, «il brano simbolo dell’unità d’Italia» che doveva essere simbolo della par condicio. Crozza però, durante la sua esibizione, ha dovuto faticare per portare a termine il suo intervento. In sala qualcuno ha rumoreggiato: “Vai a casa…”. ”Niente politica…”, ha urlato più d’uno. E’ intervenuto quindi il presentatore chiedendo al pubblico di applaudire e apprezzare, e “non ad approfittare del Festival di Sanremo per farsi notare con due urli, perché la storia è una sciocchezza. Ascoltiamo tutto l’intervento di Crozza che siamo onorati di avere qui. Alla fine ciascuno applaudirà quello che crede”.

Maurizio Crozza: Sanremo, il comico viene insultato e fischiato dal pubblico
Maurizio Crozza: Sanremo, il comico viene insultato e fischiato dal pubblico

Crozza ha detto dal canto suo “la mia non è propaganda”, scatenando ancora di più il pubblico. In molti hanno urlato in coro “fuori, fuori”, e ci sono stati anche fischi. Fazio allora si è rivolto al pubblico dell’Ariston, ringraziandolo per l’aiuto utile “a superare un momento difficile” e, soprattutto, fondamentale per “riconoscere due persone peraltro ben note che hanno colto l’occasione per farsi riconoscere anche questa volta” (il riferimento è allo scorso anno quando era stato fischiato Adriano Celentano).
Maurizio Crozza, che ha esordito nei panni di Silvio Berlusconi, distribuendo soldi “non miei” agli italiani, ha rispettato le regole, imitando Bersani, Ingroia, Montezemolo, spegnendo le possibilità di polemiche. Il pubblico alla fine lo ha salutato con un lungo applauso. Ma che fatica!

LASCIA UN COMMENTO