Mara Carfagna e Marco Mezzaroma hanno detto sì e si sono sposati sabato 25 giugno, nel tardo pomeriggio alle ore 18,30 nella chiesa del castello di Torrimpietra, alle porte di Roma.? 
Fidanzati da quattro anni, gli sposi hanno scelto di celebrare la loro unione nel massimo della riservatezza e con un testimone d’eccezione: il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.
A fare da testimone per la sposa anche il fratello Gianrocco, lo sposo, invece, ha scelto gli amici Gianluca Pizzulli e Giuseppe De Mita.


Duecentocinquanta selezionatissimi invitati per un matrimonio all’insegna della politica.
Fra gli invitati anche numerosi protagonisti delle intercettazioni di questi giorni per la P4, da Maria Stella Gelmini in rosso, Ministro dell’Istruzione a Giorgia Meloni in azzurro, da Stefania Prestigiacomo (quasi imbarazzata dalla presenza di Berlusconi, sarà per quanto trapelato su di lui nelle intercettazioni?), Renato Brunetta e la bionda Titti, Gianni Letta, Renata Polverini e Stefano Caldoro (governatore della Campania indagato per epidemia colposa), Cesare Geronzi, l’inseparabile amica della Carfagna, Michaela Biancofiore, la sua amica showgirl Caterina Balivo.
La sposa, in abito bianco e lungo velo, è stata accompagnata all’altare – come da tradizione – dal padre. L’abito, che lasciava le spalle scoperte, è stato disegnato da Pinella Passaro, sarta salernitana che disegnò il vestito per il matrimonio della madre.



LASCIA UN COMMENTO