L’attore romano Luca Ward, che in questo periodo stiamo seguendo in Tv nel ruolo di Ruggero Camerana, personaggio carismatico e enigmatico della fictionLe tre Rose di Eva 2” in onda su Canale 5, è attualmente impegnato in teatro insieme a Vittoria Belvedere con il musical elegante e romantico “My Fair Lady“, in pieno stile ottocentesco. Ed è proprio in occasione del debutto al Teatro Sistina di Roma che, nel suo camerino, ci ha rilasciato questa intervista rispondendo con grande simpatia e cordialità.

Luca Word è Ruggero Camerana... una voce che incanta
Luca Ward intervista all’uomo più affascinante e carismatico della Tv

Quello che ci affascina è proprio questa tua versatilità nei personaggi: attore di televisione, doppiatore e maestro sul palcoscenico. Quale di queste tre inclinazioni ti appartiene di più?

[quote type=”medium” align=”justify”] Il mestiere dell’attore è questo. Bisogna saper far tutto, quando ho cominciato i grandi della televisione ci consigliavano tutto, quindi televisione, doppiaggio, cinema quando c’è.., teatro. [/quote]

Generalmente quando si inizia con il teatro poi si rimane fedelissimi a questo primo amore?

[quote type=”medium” align=”justify”] A me il mestiere dell’attore piace in toto. Il teatro ha una magia unica certo, il set è diverso è tutto spezzettato, frammentato e più tecnico, con il doppiaggio stai chiuso al buio in una sala da solo. Il teatro è immenso, il pubblico è lì e quando porti in scena uno spettacolo dove sai e sei sicuro che alla fine le persone che usciranno diranno che ne è valsa la pena, sei contento. [/quote]

La tua voce… non possiamo assolutamente ignorare questa voce che “incanta”. Hai la consavolezza di quanto sia affascinante, profonda e avvolgente?

[quote type=”medium” align=”justify”] La voce è un dono di natura, è già un miracolo se ce l’abbiamo. Basta pensare a come funzionano queste cordicelle vocali piccoline che con il diaframma e l’aria emettono suoni. Le voci sono l’espressione della mente e del cuore. Non basta avere una voce particolarmente gradevole al suono, bisogna anche saperla usare e riuscire a mirare alle emozioni, a cercare di far emozionare le persone. [/quote]

Cento Vetrine, Le tre Rose di Eva… questo successo che stà spopolando in una maniera incredibile, questo tuo aspetto carismatico, enigmatico, sfuggente e misterioso..  C’è una caratteristica, un personaggio che ti appartiene in particolar modo?

[quote type=”medium” align=”justify”] Questo essere misterioso, sfuggente ed enigmatico è perchè non ho letto bene il copione! Non so che succede e allora faccio uno sguardo un pò così… [/quote] (e ride!)

Sei un personaggio molto amato, il pubblico ti adora.

[quote type=”medium” align=”justify”] Il fatto che il pubblico mi vuole bene mi piace molto, noi attori lavoriamo per loro. [/quote]

Senti Luca… abbiamo visto il tuo matrimonio e anche questo ha colpito la gente. Scene stupende, fiabesche insieme alla tua splendida compagna.. Ma queste immagini… rispecchiano in qualche modo la vostra vita di tutti i giorni?

[quote type=”medium” align=”justify”] Noi siamo due persone molto normali, in realtà il nostro matrimonio è stato assolutamente normale, non abbiamo voluto vendere nulla del nostro matrimonio, proprio per questo è andato a finire da tutte le parti. Non abbiamo dato l’esclusiva a nessuno, non volevamo vendere un fatto nostro. [/quote]

Luca.. se dovessi guardarti avanti di 10 anni, come ti vedi come uomo, professionista… o come vorresti vederti?

[quote type=”medium” align=”justify”] Io mi ritengo molto fortunato, ho fatto un mestiere che non ho scelto… avrei voluto fare tutt’altro. Avendo perso mio padre in età molto giovane, mi sono dovuto mettere a lavorare, ma io lo facevo già da bambino e quindi mi ci sono trovato in mezzo. [/quote]

E se i tuoi figli un domani volessero intraprendere la tua professione?

[quote type=”medium” align=”justify”] Spero proprio che non lo facciano. Trenta, quarant’anni fa avrei detto sì, oggi no. [/quote]

Senti Luca… siamo felicissimi di averti rubato questi momenti, ma per i nostri amici… che poi ti guarderanno sul web, ti prego… rifai la scena dell’altra sera: “Tessa.. o fai a modo mio o si muore

[quote type=”medium” align=”justify”] O fai a modo mio… o si muore. [/quote]

E adesso… se volete saperne di più… potete guardate il video nell’intervista a cura della giornalista Laura Panigatti.
E per chi si fosse perso lo spettacolo di Luca Ward al Sistina di Roma ricordiamo che l’attore proseguirà i suoi spettacoli teatrali in molte città italiane. Nel periodo natalizio, dal 10 dicembre al 6 gennaio 2014, My Fair Lady sarà rappresentato al Teatro Nuovo di Milano per quasi un mese. Successivamente approderà a Fabriano, Modena, Udine, Azzano Decimo, Colle Val d’Elsa, Fermo, Cossato, Aosta, Reggio Emilia, Varese, Padova e Bergamo.


LASCIA UN COMMENTO