Kate Moss ha cantato con il suo idolo Boy George il successo “Do you really want to hurt me“. Per farlo ha sborsato 20mila sterline (più di 23mila euro).  L’ex leader dei Culture Club ha passato il microfono alla “modella nazionale”, che non ha mai nascosto la sua passione per la musica, durante la serata al Cafè de Paris a Londra, organizzata per una raccolta fondi a favore dei bambini palestinesi che vivono nei campi profughi.


In totale, scrive la rivista The Sun che riporta la notizia e una carrellata di foto, sono state raccolte 393mila sterline (455mila euro). Tra le star della serata l’ex bond Girl Gemma Arterton, che si è “travestita” da Mick Jagger per cantare “Sympathy for the Davil” e il cantante dei Pulp Jarvis Cocker (che non è parente di Joe), che ha racimolato 15mila sterline (17mila euro circa) con l’asta di un suo ritratto fatto dall’artista Tracey Emin. Ma chi ha raccolto più soldi di tutti sono stati i mitici Red Hot Chili Peppers, la cui esibizione di “Californication” e “By the way” è costata a un cliente 65mila sterline (più di 75mila euro).

LASCIA UN COMMENTO