Corso per controllare la rabbia per Justin Bieber. Il cantante pop è stato tutto sommato fortunato: dopo che lo scorso 23 gennaio è stato arrestato a Miami Beach mentre a bordo di una macchina di lusso partecipava a una corsa clandestina, ha ottenuto una pena ridotta. Le accuse per l’artista erano di guida in stato di ebbrezza e resistenza di arresto, che sono state confermate da Bieber nel corso del processo, durante il quale si è detto colpevole. Da qui la pena “leggera”. Adesso dovrà sottoporsi a un corso di 12 ore per il controllo della rabbia e donare in beneficenza 50mila dollari.

Justin Bieber condannato, un corso per controllare la rabbia e 50 mila dollari in beneficenza
Justin Bieber condannato, un corso per controllare la rabbia e 50 mila dollari in beneficenza

Solo recentemente, Justin e Orlando Bloom avrebbero rischiato di dare inizio a una rissa ad Ibiza durante il soggiorno dei due. Secondo quanto riporta il sito americano TMZ, i due divi si sarebbero incrociati al Ristorante Cipriani di Ibiza: Bieber all’incontro con Bloom avrebbe cominciato a fare battute poco carine, e Orlando Bloom non vedendoci più ha rischiato di dare inizio ad una rissa sferrando un pugno che però Bieber sembra abbia schivato.

Insomma, Justin Bieber è ormai entrato (da un pezzo, tra l’altro) a far parte del gruppo dei “bad boys”, i “ragazzacci”, dello showbiz. E non sembra assolutamente intenzionato a tornare indietro. Anche se solo qualche settimana il cantante aveva preso una decisione che aveva letteralmente stupito i suoi fan: quella di farsi battezzare. La cerimonia è avvenuta in casa dal pastore Carl Lentz dando così inizio ad un percorso di fede, che ora lo ha portato a studiare intensamente la Bibbia prima di accostarsi al momento del battesimo.

LASCIA UN COMMENTO