“Non mi è arrivata alcuna denuncia, anche perché l’unica che l’avrebbe dovuta fare sarebbe stata Nina Moric, che è in Honduras”: così Fabrizio Corona sul numero di Chi in edicola mercoledì 30 marzo, replica a chi lo accusa di aver sottratto suo figlio Carlos alla custodia della nonna materna, Vranka. “Giornali, siti e televisioni mi davano del rapitore, prospettavano per me un futuro in galera, eccetera soltanto perché mi trovavo con mio figlio a Disneyland.



Ma ci rendiamo conto? È allucinante, vergognoso e ingiusto. Sono davvero furibondo”. Corona spiega la sua versione dei fatti: “Carlos, da tempo, aveva espresso il desiderio di andare a Disneyland, a Parigi. Ne parlava con Belen, con la quale ha un ottimo rapporto. Così abbiamo deciso di regalargli questi due giorni di vacanza. Vranka era presente quando le ho detto che saremmo partiti. Ma non voleva. Mi diceva: ‘Tu sei matto, matto’. Scene imbarazzanti e discutibili, soprattutto perché svolte sotto gli occhi del mio bimbo. Io l’ho preso in braccio e gli ho detto: ‘Amore, andiamo. La nonna è nervosa’. Siamo partiti”. A proposito della Moric Corona aggiunge: “Spero si ricordi di avere mandato in onda nostro figlio, in prima serata, a volto scoperto, durante una clip del reality di Simona Ventura, senza chiedermi il permesso. Avrei potuto denunciarla e non l’ho fatto. Idem quando ha scelto di portarlo in trasmissione da Barbara d’Urso a Domenica Cinque. Ma ho preferito evitare. Io voglio la pace, non la guerra. Ora chiedo silenzio. Chiedo solo di fare il padre di Carlos e avere Belen accanto. Proprio come eravamo a Disneyland: felici. Felici come una famiglia. La mia famiglia”.


LASCIA UN COMMENTO