Gossip news 2013 – Era il 1999 quando usciva “Baby one more time”, il primo lavoro discografico di una sedicenne Brintney Spears che da quel momento avrebbe visto cambiare tutta la sua vita: da semplice ragazza di provincia a star internazionale che conquistava per musica e bellezza, tanto da essere definita “lolita del pop”. Una carriera partita con le migliori prospettive ma che si è evoluta in alti e bassi, talvolta anche molto pericolosi per la salute fisica e mentale della cantante.

Britney Spears parla della sua carriera
Britney Spears non era pronta al successo

Oggi Britney sembra essere tornata più radiosa che mai e felice per la prossima uscita del suo album “Britney Jean”, che sarà disponibile dal 3 Dicembre. Un lavoro che sente particolarmente suo a cominciare dal titolo, che richiama un nomignolo con cui era chiamata in ambito familiare, ma anche per musica e contenuti in sintonia più che mai con la sua vita.
Eppure non è tutto oro quello che luccica, e la fama può anche farti male al punto di distruggerti ed è proprio Britney a confessarlo in una recente intervista al “Vegas Player Magazine”: “E’ stato un po’ come un sogno. Io vengo da una piccola città e non me lo aspettavo. Quando è accaduto, è stato un po’ surreale. Non capivo cosa stesse succedendo. Era come un sogno dal quale non mi svegliavo mai. Era spettacolare”, ha affermato la cantante che oggi a 31 anni riflette con lucidità del suo passato ripensando allo stupore e all’onda che la travolse quando giovanissima si ritrovò ad essere richiesta, ricercata ed inseguita dai paparazzi. Insomma il successo, la vita che sarebbe per sempre cambiata la Spears non se l’aspettava proprio.
Forse questo ultimo album è proprio dedicato a chi ha saputo starle vicino in un momento bello ma anche sconvolgente, perché è stesso lei a raccontare come è importante accanto le persone a te più care e vicine per uscire fuori anche dai momenti così: “E’ importante avere un gruppo di persone intorno a te che ti facciano tenere i piedi per terra, perché la mente può essere alterata quando si diventa una pop star in così tenere età..”. Insomma il successo non è sempre così positivo, specie da giovanissimi e lo star system americano ce lo conferma ogni giorno.

LASCIA UN COMMENTO