Sebbene la 71 edizione del Festival del Cinema di Venezia si sia conclusa da qualche giorno con i grandi premi della Giuria, le soddisfazioni per Alba Rohrwacher, l’innovazione de “La bussola del cinema” e tanto altro, la presenza di una donna in particolare va menzionata per amor di gossip. Non può infatti sfuggire quell’appassionato bacio che ha riscaldato il red carpet all’arrivo di Belen Rodriguez. Fianco a fianco con suo marito Stefano De Martino, i due si sono lasciati andare a qualche piccola effusione davanti alle avidissime fotocamere.

Belen e Stefano a Venezia, la passione si accende sul red carpet
Belen e Stefano a Venezia, la passione si accende sul red carpet

L’occasione che ha visto Belen e Stefano a Venezia è stata la presentazione del film Pasolini di Abel Ferrara, senza contare che Belen era tra gli sponsor ufficiali della manifestazione. La bella Belen, giunta al Lido con l’intento di presentare una nuova catena di saloni d’estetica, sbarca in grande stile e viene accolta dai fotografi.

Ospitata poi all’hotel Centurion, Belen si muove per il Festival come una vera star. Peccato che in molti non la vedano affatto così e non abbiano tardato a farlo presente. A distribuire il film Pasolini c’è anche Akai Italia e pare che i vertici della società abbiano obiettato sulla presenza di Belen alla cena di gala perché avrebbe “abbassato il livello di un incontro” che mirava a “festeggiare un film impegnato, drammatico e poco adatto all’immagine della donna dello spettacolo”. Senza contare che tra i capi troviamo un ipocrita Giovanni Cottone, ex marito di Valeria Marini (!), l’indelicatezza di questo commento lascia abbastanza basiti.

L’immagine di Belen è forse un valido motivo per precluderle la partecipazione? La si vuole dipingere “incapace” di comprendere o apprezzare il film? Forse più che far film impegnati, bisognerebbe impegnarsi di più a criticare di meno.

E comunque, meraviglioso l’abito nero lungo e dolce la camminata della coppia sul tappeto rosso. Quindi, bando alle ciance.

LASCIA UN COMMENTO