Tobias Blanco, l’uomo che ha creato un pandemonio con la diffusione del video hard di Belen Rodriguez, sua fidanzata di allora, quando la showgirl aveva solo 17 anni, nel mondo di internet non è proprio nessuno. Nessuna biografia, solo qualche foto, ma nemmeno poi tante, che attestano che ha presenziato ad alcune maratone e ad alcune serate mondane in Argentina.  Già nel maggio 2010 Tobias tentò di ricattare Fabrizio Corona e tutto finì in rissa per Belen Rodriguez, quando dichiarò di essere in possesso del famoso video hard  con Belen Rodriguez diventato oramai il gossip della settimana, in realtà è un semisconosciuto modello argentino che, con pochissima fortuna, sta tentando di farsi pubblicità per ottenere ogni strada possibile verso la notorietà.


In Argentina adesso si parla soltanto di lui, dell’uomo che “ha fatto sesso con l’amante argentina di Berlusconi”, ecco quello che si legge erroneamente sul magazine argentino El Entransigente. Curioso che, nella sua terra natìa, Belen Rodriguez sia tutt’altro che una star, per essere addirittura qualificata e riconosciuta come una delle frequentatrici del nostro premier, senza alcun cenno alle sue doti artistiche.  Tobias Blanco invece nella sua terra natìa è conosciuto quasi solo per l’ultima ardimentosa impresa piccante. Con Belen Rodriguez è stato fidanzato prima che lei partisse a cercar fortuna in Italia. E questo è quanto. Si dice faccia il modello, ma di pose che lo vedono protagonista ce ne sono ben poche.   L’agenzia che si occupa dell’immagine (chissà se adesso continuerà a farlo) di Tobias Blanco si chiama Multitalent Agency e si trova in Via Paraguay a Buenos Aires. Sul sito internet dell’agenzia ci sono solo alcuni scatti del modello corredate da qualche dettaglio.   Tutto quello che possiamo dirvi è che Tobias Blanco è alto 1.83 cm, ha gli occhi verdi, i capelli castani, indossa scarpe numero 43 e ha la 44 come taglia di pantaloni.   Ma di campagne pubblicitarie per questo o quell’altro stilista non se ne trova nessuna.  E’ come se fosse un fantasma, ma in realtà esiste eccome e, leggendo i commenti su Facebook e i vari gruppi a lui dedicati (con titoli poco impegnativi, da Tobias il Normodotato a Stima infinita per Tobias), possiamo rendercene conto con una certa facilità.

LASCIA UN COMMENTO