Ormai ci siamo: sta per uscire il terzo calendario personale della bellissima modella bresciana Monica Gorni! Noi di Gentevip.it l’ abbiamo contattata telefonicamente per saperne di più…

Mony, e così siamo a quota tre…  Se non erro per questo calendario hai cambiato fotografo….

Ebbene sì! Si dice che il tre sia il numero perfetto, no? Diciamo che per il calendario  2013  ho grandi novità a partire dal fotografo, il bravissimo  B’ Art foto, che già conoscevo  dal momento che  avuto modo di lavorare con lui in altre occasioni. Mi sono trovata bene e credo che il risultato ottenuto sia ottimo che  detto da me è tutto dire poichè sono molto critica verso me stessa. Ci tengo  inoltre a ringraziare il grafico, ovvero Andrea Castello, e tutti gli sponsor!

 

Monica Gorni: Intervista per Gentevip.it

 

E’ inoltre più sexy dei precedenti… Scelta voluta o pura casualità?

E’ stata una scelta voluta: questo è l’ultimo calendario che farò, almeno per il momento!

Che cosa vorresti dire? Vuoi spiegarti meglio?

Diciamo che dopo essere arrivata al terzo mi prendo un pochino di pausa. Tuttavia non escludo che tra qualche anno ne rifarò un altro. No, non vi liberarete così facilmente di me! ( ride)  Inoltre, per ritornare al discorso della tua precedente domanda, direi che ho deciso di osare per concludere in bellezza. Tuttavia ho voluto sì osare ma non troppo  poichè ho  deciso  mantenere un nudo molto artistico e per nulla volgare! Infatti sono solo un paio di mesi quelli in cui oso di più e dove il nudo è più esplicito.  
 Non ti sei mai sentita in imbarazzo a posare senza veli?
Inizialmente un pò sì,sono sincera, ma ho avuto la fortuna di lavorare con un fotografo estremamente professionale e corretto che  in poco tempo mi ha messa a mio agio.

 Qual’è la tua idea di nudità?
Come anticipato prima il nudo non dev’essere fine a se stesso, quindi non deve essere fatto solo per il gusto di mostrare. Tuttavia diciamo che ormai un seno scoperto non fa  più scandalo o chissà quale effetto:  infatti -oggi come oggi- siamo abituati a vederne su Internet o su riviste con una puntalità pressochè quotidiana. Comunque  sia penso che il nudo se fatto dev’essere fatto in modo molto fine e con eleganza. Deve quindi esprimere sensualità e  non volgarità.
 Ti spaventa essere nuda dal punto di vista meramente psicologico?
Diciamo che cerco di esserlo un po’ meno… Tu mi conosci bene e lo sai… Sono contenta di avere una vera amica come te!

Credito foto: B’ Art foto

Vedi anche : Sara Tommasi Confessioni private è il nuovo film hard video

LASCIA UN COMMENTO