Donna Marì Wedding & Events Planner: Sposarsi è un’ Impresa Felice, ma un “perfect wedding”, lo riconosci solo dai dettagli di qualità, le partecipazioni e gli inviti, rappresentano un tassello fondamentale. Inviti e/o partecipazioni di nozze? Si crea sempre una gran confusione! Vi garantisco che c’è una differenza importante.

Inoltre, inizialmente può sembrare una scelta facile e banale, ma quando arriverà il momento, vi accorgerete che non è poi così semplice. Ricordate! E’ il primo dettaglio che i vostri ospiti vedranno del vostro evento.

DONNA MARI' 1

La partecipazione ha il preciso scopo di annunciare il nostro matrimonio e deve essere accompagnata dall’invito. L’invito indica i dettagli relativi al ricevimento, che si terrà dopo la cerimonia, va incluso nella busta di coloro che intendete invitare al vostro wedding day, specificando, la data, il luogo, il dressing code e come sempre vi consiglio di metterci la cartina della zona, per agevolare e facilitare l’accesso alla location.

L’invito è composto da un cartoncino, dello stesso tipo di carta della partecipazione, stampato con gli stessi caratteri, naturalmente di formato più piccolo. Riporterà, una breve frase a vostro piacere, es:

Giulia e Maurizio
intratterranno parenti ed amici
presso Hotel Spa Villa del Mare – Via Acquafredda – Maratea ( PZ )
R.S.V.P.

Rimanendo sempre nel canone del buon gusto, consiglio a tutti voi di personalizzarle, ci sono articoli meravigliosi che possono essere alternative alla scelta tradizionale e classica. Inoltre, in calce all’invito potete aggiungere la formula RSVP, acronimo di “Répondez s’il vous plait” (termine francese), tradotto in “Si prega di rispondere”, usato per richiedere una conferma della presenza all’evento. Utilissimo agli sposi per programmare il numero dei posti a tavola, le loro disposizioni e tutte le altre attività logistiche.

Come Donna Marì Wedding & Events Planner, suggerisco sempre di invitare lo stesso numero di familiari ed amici sia in chiesa che ai festeggiamenti, per evitare di offendere qualcuno. La tradizione vuole che l’annuncio sia dato dai genitori dei futuri sposi, però, visto che tutto si evolve, il più delle volte sono gli stessi, ad annunciare a parenti ed amici la lieta notizia, oppure, se convivono da tempo o nel caso abbiano genitori separati.

Lo stesso vale per l’onere della stampa, dovrebbe pensarci la famiglia della sposa, però è sempre più frequente che siano direttamente gli sposi ad occuparsene. Sia gli inviti che le partecipazioni, vanno spediti dai due ai tre mesi prima, dalla data fissata per le nozze. Possono essere consegnati anche a mano, dagli sposi o dai rispettivi genitori. E’ importante che le partecipazioni e gli inviti, siano in tema con il tono della cerimonia e del ricevimento.

DONNA MARI'

Mi raccomando, comunicate con classe! In primis la scelta della carta, è fondamentale come la qualità della stampa, devono essere all’altezza dell’impressione che volete dare ai vostri invitati.

Per cui, al minimo errore nelle prove, non temete di chiedere le dovute correzioni ogni qualvolta lo ritenete necessario. Vi indico solo alcune tra le tante che avrete modo di prediligere: la “carta a mano“, fabbricata con le tecniche di Fabriano o Amalfi, (composto da materie prime, come cotone, canapa, lino, ecc), la “carta di riso o Washi“, lavorazione manuale, con le piante di Kozo, Gampie e Matsumata, di origine giapponese, la “Pergamena“, conosciuta anche come cartapecora o carta Pecudina, si ottiene dalla pelle di animale, non conciata, la “carta di Pietra“, bianca, vellutata e impermeabile, si ottiene dalle polveri sottili di sasso, la “carta Velina“, trasparente, leggera e sottile e la “carta Riciclata“, composta prevalentemente da carta da macero, richiede un processo di sbiancamento per ottenere l’utilizzo finale. Non sottovalutate i caratteri o il font, linee moderne, definite “bastoni” o classiche e tradizionali, chiamate “grazie”.

La schiccheria è scriverle in bella calligrafia, da esperti amanuensi! Come vi anticipavo in un articolo precedente, da oltre Oceano, abbiamo la possibilità di scegliere tra tante idee innovative, partecipazioni ed inviti, scritti con inchiostro profumato, stile pop up, dischi in vinile che nascondono gli inviti e per gli sposi 3.0, con codice QR e compilation delle nozze, allegata.

Non dimentichiamoci le stampe vintage e Shabby Chic e non dimentichiamo le buste, quadrate, rettangolari, o in formati particolari, purché in stile con le partecipazioni, volete l’eleganza assoluta? Timbri in ceralacca, senza escludere quelle con fregi, iniziali, disegni di ogni tipo, a condizione che, rispecchino classe e bon ton. La moda, suggerisce di allegare il Save the Date, un vero e proprio reminder per i vostri ospiti, vicini e lontani.

DONNA MARI'

Un cartoncino o una cartolina, che ricordi a tutti la data delle vostre splendide Nozze. Per i modaioli la tendenza è creare un blog del proprio wedding, oppure creare una pagina FB, il cui indirizzo sarà stampato sull’invito. I social vi permetteranno di inserire, anche in maniera spiritosa, tutte le indicazioni utili agli ospiti, come informazioni sia sulla lista che il viaggio di nozze, togliendo tutti dall’imbarazzo di chiedere.

Non limitatevi al numero di partecipazioni ed inviti stilato, abbondate, vi dimenticherete di certo qualcuno!!! Successivamente al matrimonio è di grande effetto inviare i bigliettini di ringraziamento, che possono essere scritti anche a mano, non sono obbligatori ma sempre molto apprezzati.
Per dubbi, curiosità e domande, sarà un vero piacere, rispondervi!  Donna Marì

LASCIA UN COMMENTO