Mentre nelle nostre sale è in proiezione l’attesissimo “X-Men: giorni di un futuro passato”, lo sceneggiatore Simon Kinberg si è già lasciato sfuggire qualche anticipazione alla rivista americana Empire circa il prossimo film X-Men Apocalypse della fortunata saga Marvel che uscirà nel 2016. “Sarò vago a riguardo. Ma non voglio più trattare il tema di realtà alternative. Lo abbiamo già fatto in Giorni di un futuro passato. E credo che io, Lauren Shuler Donner, Bryan Singer e lo studio stiamo cercando di rendere il franchise sempre nuovo e diverso di film in film. E cercare di creare un genere differente ogni volta nello stesso genere, una cosa che i miei film di supereroi preferiti fanno spesso“, così ha dichiarato Kinberg, che pur sottolineando di essere vago possiamo dire che ha rivelato non poco al giornale americano, aggiungendo che: “Giorni di un futuro passato era un film sui viaggi nel tempo. Apocalypse sarà un disaster movie”.

X-Men Apocalypse, le anticipazioni di Simon Kinberg
X-Men Apocalypse, le anticipazioni di Simon Kinberg

Insomma c’è un progetto molto grande dietro e le idee non mancano, ed è possibile che questa ricerca verso un prodotto che sappia sempre sorprendere lo spettatore sia dovuta alla necessità di poter competere con film molto grossi ispirati all’universo Marvel: basti pensare al grande successo al botteghino ottenuto da The Avengers e dai due film dedicati alla storia di Thor. Gli X-Men quindi non vogliono essere da meno, e anzi sembra che ci saranno davvero dei grandi colpi di scena: “Apocalypse sarà il più grande tra i film sugli X-Men. Non avremo ogni membro degli X-Men nella pellicola, ma qualche nuovo personaggio ci sarà sicuramente. E’ ambientato anni dopo Giorni di un futuro passato, il che ci dà la possibilità di iniziare a raccontare le origini di qualche personaggio”, ha svelato ancora lo sceneggiatore. L’obiettivo è quello quindi di rendere Apocalypse il sequel di X-Men: L’inizio, ed è sicuro che il film uscirà prima del terzo capitolo dedicato a Wolverine.

LASCIA UN COMMENTO