Un grande patrimonio storico quello offerto dalla British Pathè che in seguito alla digitalizzazione di filmati d’epoca ha reso accessibile tramite un apposito canale You Tube oltre 85.000 filmati. Realizzati in qualità HD si possono scovare avvenimenti inediti e singolari, da Mussolini che gioca con un leone, ai 18 anni della regina Elisabetta, dal disastro dell’Hindeburg al salto fatale dalla Torre Eiffel di un inventore del paracadute.

British Pathè filmati d'epoca in hd su You Tube
British Pathè filmati d’epoca in hd su Youtube

La Pathé (o Pathé Frères), il cui logo ad oggi è un mitico galletto, è una società cinematografica fondata a Vincennes nel 1896, da Charles Pathè  (insieme ai fratelli Emile e Théophile) che fu il primo ad accorgersi del potenziale insito in questa nuova forma di divertimento. La Pathé fu effettivamente la prima società cinematografica e controllava tutto il processo produttivo della realizzazione di film: dalla fabbricazione della pellicola  fino alla produzione nelle sale.

Nei primi anni del 1900 La Pathé apre filiali in tutto il mondo e riesce a vendere agli Stati Uniti un metraggio di pellicole due volte superiore a tutta la produzione americana. Nel 1907, quando cominciavano a sorgere altre società di produzione, la Pathé fu ancora la prima ad intuire le regole di mercato, decidendo di non vendere i film ma di noleggiarli creando il Consorzio Pathé, e ponendo così le basi del commercio cinematografico che prosegue ancor oggi. Nel 1908 ebbe anche un’altra intuizione quella di creare il primo Cine Giornale con filiali in tutto il mondo di cui quella sorta a Londra nel 1910 è diventata la più grande della prima metà del novecento.

Nel 2006 nasce la Fondazione Jerome Seydoux proprio per permettere la conservazione di questi preziosi filmati e mette a disposizione su appuntamento la visione a studenti, ricercatori e appasionati di cinema circa 10.000 filmati. Insomma le intuizioni Pathè non finiscono qui permettendo di divertirci e scovare immagini fino a ieri inaccessibili.

LASCIA UN COMMENTO