Considerato uno dei più celebri film della storia del cinema, La Dolce Vita ha vinto la Palma d’Oro al Festival di Cannes nel 1960 e il Premio Oscar per i Migliori costumi nel 1962. Il gruppo AMBI di Andrea Iervolino e Lady Monika Bacardi (The Humbling, In Dubious Battle, All Roads Lead to Rome) continua la sua corsa con un omaggio al film di Federico Fellini La Dolce Vita, chiudendo con la famiglia Fellini e gli eredi un accordo sul film, che sarà finanziato e prodotto insieme al produttore italiano Daniele Di Lorenzo.

Remake La Dolce Vita
Remake La Dolce Vita

Remake La Dolce Vita – chiuso l’accordo sul film con la famiglia Fellini

Il gruppo AMBI è sempre più in ascesa nel panorama cinematografico, con progetti del calibro di “In Dubious Battle” diretto e interpretato da James Franco, il film di animazione in 3D “Arctic Justice-Thunder Squad”, lo sci-fi thriller “Rupture” in collaborazione con il produttore di “Amercian Sniper”, Andrew Lazar, e altri titioli come “All Roads lead to Rome” con Sarah Jessica Parker e “The Humbling” con Al Pacino. Di Lorenzo produrrà il film con la sua LDM Productions. AMBI, oltre a produrre e finanziare il film attraverso AMBI Pictures, si occuperà anche della sua distribuzione globale tramite la divisione vendite internazione, AMBI Distribution.

Commedia italiana del 1960 La Dolce Vita è stata scritta e diretta dal leggendario Federico Fellini. Il film segue le vicende dell’inquieto giornalista Marcello Rubini (Marcello Mastroianni) in sette giorni e sette notti nel suo viaggio attraverso la “dolce vita” di Roma, in una ricerca infruttuosa di amore e di felicità. Mentre Marcello cerca di distaccarsi dalle apprensioni della sua ragazza Emma (Yvonne Furneaux), corteggia l’ereditiera Maddalena (Anouk Aimée) e la star del cinema Sylvia (Anita Ekberg), con un approccio spensierato nei confronti della vita. Nonostante il suo atteggiamento edonistico, Marcello ha momenti di profonda riflessione, risultando un personaggio cinematografico davvero molto affascinante.

Francesca Fellini, nipote di Federico Fellini, ha detto: “Ci hanno proposto innumerevoli volte di prendere in considerazione tutto, dai remake, ai prequel, ai sequel. Sapevamo che ci sarebbero voluti dei produttori molto speciali e delle circostanze interessanti per motivare la famiglia a concedere i diritti sul film. Andrea, Monika e Daniele hanno una bella visione per un film moderno, e considerando il loro patrimonio italiano, il profondo apprezzamento e la comprensione delle opere di mio zio, so che non potrebbe esistere un’intesa migliore per questo progetto“. Andrea Iervolino: “Tutti gli elementi che hanno reso La Dolce Vita un classico rimarranno ingredienti di questo nuovo film. La nostra visione è quella di una storia contemporanea altrettanto commerciale, iconica e meritevole dell’originale. Sono grandi ambizioni, certo, ma dobbiamo essere audaci se vogliamo abbinare il film con la sua impronta originale, e con la massima fiducia questa versione che ne verrà sarà splendida. Siamo grati alla famiglia Fellini e desiderosi di iniziare a collaborare con Daniele, che condivide la nostra passione ed è stato così incredibile nel proporci il progetto”. “Ci sono alcuni film che trascendono le epoche e senza dubbio La Dolce Vita è uno di questi“, aggiunge Monika Bacardi. “Non si può chiedere di meglio per un film che ha una tale base su cui lavorare o un’ispirazione migliore di questa. Ora è nostra responsabilità offrire qualcosa che sia all’altezza dell’originale. Insieme a Daniele, un produttore davvero di molto talento, e con la guida della famiglia Fellini, in AMBI non potremmo essere più felici di mandare avanti questo progetto”.

LASCIA UN COMMENTO