Annoverata anche lei tra le piccole star lanciate dalla Disney e che non se la sono certa vista bene, alle riprese con riformatori e processi interminabili, Linday Lohan, 27 anni e una vita di eccessi,  la troviamo nelle sale cinematografiche con “The Canyons”, film diretto da Paul Schrader e presentato proprio quest’anno alla Mostra del Cinema di Venezia. Una pellicola di cui si è tanto parlato prima della presentazione ufficiale proprio per i nudi della Lohan, che aveva visto in questo film una sua rinascita artistica da protagonista dopo il travagliato periodo vissuto. In effetti qualche passo l’ha fatto perché a detta della critica, è la sua presenza fisica ad essere uno dei punti forti e memorabili sui cui si regge l’intero film.

Lindsay Lohan 27 anni e una vita di eccessi
Lindsay Lohan la sirenetta imperfetta di Hollywood

Un ritorno al cinema decisamente hard per l’attrice americana: la Lohan veste i panni di Tara, ragazza tormentata e seducente che intrattiene una relazione con Christian, regista alle prese con un film da produrre per il quale sceglie il giovane Ryan come protagonista, il quale vanta una relazione passata proprio con Tara. Ossessioni perverse che arrivano sino alla violenza consumeranno i tre protagonisti della vicenda.
The Canyons è uno dei film che hanno riscosso meno successo a Venezia. Il regista che si avvale di una sceneggiatura firmata da Bret Easton Ellis, autore di American Psycho, voleva realizzare un film dalla veste trasgressiva senza riuscirci pienamente per parlare del vuoto della nostra società: una tematica davvero di rilievo quest’anno se pensiamo agli altri due film che hanno cercato di raccontarla attraverso i giovani di Sofia Coppola con “The Bling ring” e le “Spring Breakers” di Harmony Korine.
Seppure non sorprendente, i fan della Lohan non mancheranno all’appuntamento di rivedere in prima linea sul grande schermo la loro beniamina.

LASCIA UN COMMENTO