E’ stato Quentin Tarantino ad annunciare il film che quest’anno si è aggiudicato la tanto agognata Palma d’Oro del Festival di Cannes 2014: si tratta di “Winter Sleep”, film firmato dalla regia del turco Nuri Bilge Ceylan, che vede al centro della trama un ex attore che gestisce un albergo, l’Othello, insieme alla moglie e alla sorella. Tra l’arrivo di un turista e l’altro, l’uomo inizierà a scrivere la storia del teatro turco. Di Winter Sleep la critica ha sottolineato la capacità di saper tenere alta l’attenzione per ben ben tre ore, e in Italia tra i cinefili c’è già tanta curiosità. E’ ancora ignota però la data d’uscita nelle nostre sale.

Cannes 2014: Palma d'oro a "Winter sleep" il film di Ceylan
Cannes 2014: Palma d’oro a “Winter sleep” il film di Ceylan

Parlando d’Italia, rispetto all’anno scorso ci è andata decisamente meglio per quanto riguarda i riconoscimenti francesi: Sorrentino a Cannes dell’anno scorso non riuscì a portarsi premi a casa, la giovane Alice Rohrwacher invece non solo ha commosso la giuria ma si è aggiudicata anche il Premio Gran Prix della giuria per il il suo “Le Meraviglie”. Ad annunciarlo un’emozionata Sofia Loren, che sembra portare proprio bene ai nostri registi italiani: fu proprio lei infatti nel 1999 ad annunciare l’Oscar a “La Vita è Bella”. “Grazie a Thierry Fremaux che mi ha fatto arrivare qui e alla giuria che mi ha fatto tornare”, con queste parole così concise e soddisfatta Alice Rohrwacher ha ritirato il premio per la sua seconda opera prima, che la conferma una regista da tenere strettamente d’occhio.

Altri importanti premi sono andati a Julianne Moore, come Miglior Interpretazione Femminile per il film “Maps To The Stars” di David Cronenberg e a Timothy Spall per Miglior Interpretazione Maschile in “Mr.Turner” di Mike Leigh, annunciato dalla nostra Monica Bellucci.

Anche quest’anno i premi della giuria di Cannes hanno convinto la critica, e soprattutto confermato le aspettative, basti pensare che il film di Ceylan era dato da giorni tra i film più vicini alla Palma d’Oro.

LASCIA UN COMMENTO