Come è solito dire si sa che i Golden Globe sono l’anticamera degli Oscar, e ricevere una nomination ai Golden Globe vuol dire avere alta possibilità di poter entrare nella cinquina degli Oscar: insomma Paolo Sorrentino trascorrerà questi giorni di festa con un fiero sorriso sulle labbra per il grande successo a cui lo sta conducendo il suo ultimo film  “La Grande Bellezza” che vede come protagonista il sempre fido attore Toni Servillo, anche in questo caso firma un’interpretazione impeccabile. Il film che è stato molto apprezzato in Italia e a Cannes, dove è stato presentato tra i titoli in concorso, è stato amato anche in Europa: agli European Film Awards 2013 la Grande Bellezza ha portato a casa ben tre premi per Miglior attore, Miglior Regista dell’anno e Miglior Film. E dopo il grande successo europeo, la notizia che il film di Sorrentino è nella cinquina dei film stranieri che si contenderanno il Golden Globe per la sezione.

La grande bellezza miglior film straniero ai Golden Globe
Paolo Sorrentino e Toni Servillo ai Golden Globe

In una recente intervista Sorrentino ha raccontato della grande emozione: “Ho gioito in maniera infantile, nessun pensiero razionale, pura gioia. Il cinema è un modo per riconciliarsi con il nostro essere bambini e questa notizia mi ha procurato un’immensa felicità. Ho sentito Toni Servillo al telefono da Firenze, dove sta recitando a teatro, e abbiamo riso per cinque minuti”. Acclamazione arriva anche dall’America, dove il New York Times si è espresso con fervore verso il film, parlandone di una metafora del declino italiano e Sorrentino commenta con grande lucidità e fierezza: “ Vedere i film con cui il mio è stato selezionato mi fa capire quanto fosse difficile e importante essere nella cinquina. Agli americani è piaciuta la libertà con cui è stato utilizzato il mezzo cinematografico e questa grande cavalcata dentro Roma e una certa umanità”. E il nostro tifo va tutto a Paolo Sorrentino, tra i registi più rilevanti e talentuosi del nostro cinema.

LASCIA UN COMMENTO