Mario Monicelli

Il regista Mario Monicelli, 95 anni, si è ucciso lanciandosi dal quinto piano dell’Ospedale San Giovanni di Roma, dove era ricoverato per un tumore alla prostata. Il cinema perde così un grande sceneggiatore, osservatore e narratore della nostra Italia.  Monicelli muore senza lasciare  nulla di scritto a spiegare  il suo gesto ma forse la vecchiaia cominciava ad essere per lui un peso insostenibile. Era una persona molto autonoma e fino alla fine ha cercato di farcela da solo, nonostante avesse perso la vista e riscontrasse problemi di deambulazione.  Carlo Verdone,  alla notizia della sua scomparsa resta attonito e lo ricorda come  un uomo gentile, cordiale ma di poche parole e anche un pò cinico.  Giovanni Veronesi lo considerava una persona molto speciale e resta sorpreso dicendo “Non ho mai sentito nessuno che si suicida a questa età”. Michele Placido ammette che non si aspettava questo gesto, ma memore degli insegnamenti del regista, sul rispetto delle regole e della tolleranza, rispetta  la sua decisione. La notizia della morte di Mario Monicelli lascia turbato tutto il nostro Paese che lo ricorda con affetto e profonda ammirazione.

LASCIA UN COMMENTO