Oltre ventimila spettatori all’Italian Contemporary Film Festival, che ogni anno promuove il meglio del cinema italiano in Canada. Premio del pubblico a ‘Sotto una buona stella’ di Carlo Verdone, cui va anche il Premio alla Carriera del Festival. Riconoscimenti anche per Brignano, Puccini e Martina Stella, premiata nella nuova veste di sceneggiatrice. Diritti acquisiti dal gruppo Ambi Pictures di Iervolino e Bacardi, che ne farà un film negli USA. TORONTO – Il cinema italiano fa il tutto esaurito in Canada. Boom di presenze tra visitatori e personaggi del red carpet nostrano all’Italian Contemporary Film Festival (ICFF), presentato da IC Savings. Per nove giorni il cinema tricolore è stato protagonista indiscusso oltreoceano, conquistando il pubblico nordamericano. La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, ha promosso il meglio del cinema italiano con ben 65 pellicole – 28 lungometraggi e 37 cortometraggi – nelle città di Toronto, Hamilton, Vaughan, Montreal e Quebec City.

Carlo Verdone e Martina Stella premiati a Italian Contemporary Film Festival 2014
Carlo Verdone e Martina Stella premiati a Italian Contemporary Film Festival 2014

Abbiamo presentato una lista variegata di film italiani contemporanei sul grande schermo e il pubblico ha reagito con entusiasmo, passione e gioia“, ha detto Cristiano de Florentiis, Co-Fondatore e Direttore Artistico. Boom anche di riconoscimenti. Il pubblico ha scelto come miglior film Sotto una buona stella di Carlo Verdone, che presente in sala durante la proiezione al TIFF Bell Lightbox ha ricevuto il Premio della giuria popolare. Bis dunque per Verdone: a lui infatti è stato assegnato, durante il party di chiusura nel pittoresco Castello di Casa Loma di Toronto, anche il Premio alla Carriera, il riconoscimento che la manifestazione assegna ogni anno a registi ed attori che hanno fatto grande il cinema italiano in Italia e all’estero.
Vincere questo premio è davvero una bella soddisfazione, soprattutto perché mi è stato assegnato da un pubblico che, pur vivendo all’estero, ha reagito calorosamente alla commedia da me realizzata” ha affermato Carlo Verdone. “L’afflusso, nelle sale delle 5 città in cui è stato proiettato il film è stato notevole, così come incredibile è stata l’ondata di affetto e stima nei miei confronti. Questo premio conferma il fatto che il tema di ‘Sotto una buona stella’ è internazionale e comprensibile da tutti i tipi di pubblico”.
Il premio IC Savings, assegnato a quei film che hanno dato un eccellente contributo per la diffusione dei valori sociali e culturali italiani, è andato invece a Stai lontana da me del regista Alessio Maria Federici. Protagonista del film, ma anche del Festival cui ha preso parte, Enrico Brignano appena reduce dal successo a New York dove ha portato in scena il suo ‘Rugantino’.
Tra gli ospiti anche Vittoria Puccini e Paolo Genovese per la presentazione di Tutta colpa di Freud e vincitrice del Premio per Eccellenza e Martina Stella premiata nella nuova veste di sceneggiatrice del film OOBI, i cui diritti sono stati acquisiti dal gruppo Ambi Pictures, di Andrea Iervolino e Monika Bacardi, che ne realizzerà un lungometraggio con cast internazionale.
Il Premio della critica Angela Baldassarre è andato a La prima neve del regista Andrea Segre, mentre Bella di notte del regista Paolo Zucca si è aggiudicato il Premio come miglior cortometraggio e l’assegno di $1000.
Il Festival si è impreziosito per la sua terza edizione dell’anteprima mondiale di 2047 – Sights of Death. Direttamente dai set hollywoodiani gli attori del cast, nonché stelle del cinema internazionale, Stephen Baldwin e Danny Glover, a cui è stato consegnato il Premio Eccellenza di quest’anno insieme ai produttori Andrea Iervolino e Monika Bacardi. A quest’ultima è stato consegnato lo Special Achievement Award del festival per le ultime produzioni cinematografiche.
Tra le commedie made in Italy proiettate al Festival e per la prima volta assoluta in Nord America anche Un boss in salotto di Luca Miniero con Paola Cortellesi, Una piccola impresa meridionale di Rocco Papaleo, Amiche da morire, di Giorgia Farina con Claudia Gerini e La mossa del pinguino di Claudio Amendola. Ad arricchire ulteriormente l’ampia e vivace selezione dell’edizione di quest’anno, le anteprime canadesi de La mafia uccide solo d’estate, il debutto alla regia di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, e Nottetempo di Francesco Prisco.

LASCIA UN COMMENTO