I David di Donatello 2014 sono stati nel bene e nel male la serata dei Paolo: per fortuna però gli altri due non si sono macchiati di nessuna frase fuori posto, a differenza del presentatore Ruffini, ma hanno fatto incetta di premi per tutta la serata di premiazione. “La Grande Bellezza” di Paolo Sorrentino si porta a casa 9 statuette: Miglior Regista, Miglior Attore, anche se Servillo non era presente alla cerimonia, e ancora Miglior Scenografia per Stefania Cella, Miglior Costumista per Daniela Ciancio, Miglior Trucco per Maurizio Silvi, Miglior Acconciatore per Aldo Signoretti, Miglior Fotografia per Luca Bigazzi, Miglior Effetti Digitali per Paolo Trisoglio e Stefano Marinoni, e Miglior Produttore per Indigo Film.

Sorrentino e Virzì trionfano ai David Donatello 2014
Sorrentino e Virzì trionfano ai David Donatello 2014

Sorrentino, fresco dell’Oscar, non ha mancato di porgere i suoi ringraziamenti: “Lo dedico a tutti i registi in sala, penso a Bellocchio, Scola, Rosi e Montaldo”, ha detto il regista napoletano al ritiro del premio. Una frase che non ha destato qualche piccola polemica, dato che i registi in sala ne erano un bel po’ di più di quelli citati, ma magari può essere sia stata l’emozione a giocare qualche brutto scherzo, o forse si tratta dei registi che apprezza maggiormente.

Il premio per Miglior Film è andato invece a “Il Capitale Umano” di Paolo Virzì, che al ritiro del premio ha preferito salutare la nuova ondata di registi del cinema italiano: “Tutti gli anni celebriamo la morte e poi, subito dopo, la rinascita del cinema italiano. Io invece voglio dedicare questo premio ai 5 meravigliosi registi esordienti”. Il film di Virzì in totale ne ha portate sette di statuette a casa: oltre a Miglior Film, i premi sono andati anche alla sceneggiatura e alle due attrici del film, Valeria Golino come Miglior attrice non protagonista e Valeria Bruni Tedeschi come Miglior attrice protagonista, e anche a Fabrizio Gifuni come Miglior Attore non protagonista.

Sono stati quindi i due film italiani più apprezzati e riusciti dell’anno a portarsi a casa i premi più importanti e ambiti dei David.

LASCIA UN COMMENTO