Cinema eventi – I protagonisti del cinema italiano emozionatissimi sono saliti sulla passerella del red carpet romano dei David di Donatello 2013. Stile ed eleganza per i vip accerchiati dai flash dei fotografi. Ambra Angiolini é apparsa raggiante al fianco di Francesco Renga, una bellissima Kasia Smutniak al fianco di Domenico Procacci, Francesca Neri e Claudio Amendola, Madalina Ghenea, Anna Safroncik, Elena Sofia Ricci, Gabriella Pession, Asia Argento, Ines Sastre, Carlo Verdone, Valeria Bruni Tedeschi, Claudio Santamaria, Luca Barbareschi, Edoardo Leo, Luigi Lo Cascio, Giancarlo Giannini, Gabriele Salvatores, Toni Servillo, Stefano Accorsi, Alessandro Gassmann e molti altri.

Premiazione David di Donatello 2013
Premiazione David di Donatello 2013

I premiati – A trionfare é stato Giuseppe Tornatore che con “La migliore offerta” si é aggiudicato sei premi, tra cui i piú importanti: miglior film e miglior regista. Un successo che ha posto in secondo piano il chiacchierato “Diaz” di Daniele Vicari, opera di denuncia sui tragici fatti del G8 di Genova del 2001, che pur partendo con 13 candidature come La migliore offerta, ha portato a casa solo quattro premi in categorie secondarie. Grande soddisfazione anche per Valerio Mastandrea, premiato come miglior attore per “Gli equilibristi” di Ivano de Matteo e come migliore attore non protagonista per “Viva la libertà” di Roberto Andò. La statuetta come migliore attrice protagonista è andata a Margherita Buy per “Viaggio da sola“, lucida descrizione del mondo dei quarantenni opera di Maria Sole Tognazzi. Riconoscimento importante anche per Maya Sansa, migliore attrice non protagonista nel ruolo di una eroinomane che ha scelto di morire in “Bella addormentata” di Marco Bellocchio, un’intrecciarsi di storie con filo conduttore l’eutanasia e sullo sfondo la vicenda di Eluana Englaro.

David Donatello 2013: Giuseppe Tornatore si aggiudica 6 premi
David Donatello 2013: Giuseppe Tornatore si aggiudica 6 premi

Roberto Andò, in compagnia di Angelo Pasquini, ha ricevuto il premio per la migliore sceneggiatura con Viva la libertà, mentre la statuetta per il miglior musicista è stata assegnata a Ennio Morricone per “La migliore offerta”. L’opera di Tornatore, oltre ai riconoscimenti come migliore film e migliore regia, ha vinto i David per il migliore scenografo (Maurizio Sabatini e Raffaella Giovannetti) e il migliore costumista (Maurizio Milenotti). “Reality” di Matteo Garrone e, come detto, Diaz hanno trionfato in categorie di carattere tecnico: migliore truccatore (Dalia Colli) e migliore acconciatore (Daniela Tartari) per il primo, migliore montatore (Benni Atria), miglior fonico di presa diretta (Remo Ugolinelli e Alessandro Palmerini) e migliori effetti speciali visivi (Storyteller – Mario Zanot) per il film di Vicari. “Tutti i santi giorni”, dell’omonima opera di Paolo Virzì, è la migliore canzone originale, mentre per il cinema esteroAmour” di Michael Haneke è stato premiato come miglior film dell’Unione europea e Django Unchained di Quentin Tarantino come miglior film straniero.

LASCIA UN COMMENTO