Violetta al cinema – È stato presentato il 29 aprile a Roma, presso l’Hotel Parco Dei Principi il nuovo film, tratto dalla serie televisiva più amata dalle teenager, “Tini – La nuova vita di Violetta” con la regia di Juan Pablo Buscarini che arriverà nelle sale italiane il prossimo 12 maggio.

La conferenza stampa di presentazione del film “Tini – La nuova vita di Violetta” è stata preceduta dall’attesissimo photocall, dove il cast al completo si è fermato per gli scatti dei fotografi. Il look delle tre protagoniste era completamente diverso tra loro. Mercedes Lambre si è presentata sensuale e provocante una giacca/mantello bianca e un vestito rosso cortissimo, elegante ma più delicata è stata Clara Alonso che indossava un vestito blu, infine è arrivata la protagonista Martina Stoessel con un abito in seta rosa cipria, con doppio abito di pizzo.

Tini - La nuova vita di Violetta conferenza stampa di presentazione a Roma
“Tini – La nuova vita di Violetta” conferenza stampa
A Roma il cast del film "Tini - La nuova vita di Violetta
A Roma il cast del film “Tini – La nuova vita di Violetta

A raccontare il proprio ruolo nel film erano presenti anche Jeorge Blanco, con un look sportivo in jeans e camicia nera a maniche corte, Adrian Salzedo che ha indossato una felpa rossa e jeans, Pasquale Di Nuzzo con maglietta, jeans e giacca in pelle marrone, Leonardo Cecchi ha scelto un outfit classico dai toni più sportivi con camicia e pantalone blu e per finire Ridder Van Kooten si è presentato con un giubbino nero, maglietta e jeans.

Martina Stoessel photocall a Roma
Martina Stoessel

La prima domanda per Violetta, alias Martina Stoessel, è stata su cosa si prova ad essere famosi in tutto il mondo: “La fama è la conseguenza del nostro lavoro e io sono felice di averla raggiunta perché ogni volta che torno in hotel, oppure davanti ai teatri, trovo sempre i fans pronti lì ad aspettarmi anche solo per darmi una lettera. Sento di ricevere un grandissimo amore dalla gente e questo mi riempie il cuore. Ogni tanto mi capita di chiedermi ‘ma che sto facendo, e perché tutto questo sta succedendo proprio a me?’. Certe volte mi è anche venuta voglia di dire ‘mollo tutto’. Per fortuna posso contare sui miei familiari, con cui posso essere sempre me stessa, piangere, ridere e dire quello che penso” – ha dichiarato la star internazionale.

Per quanto riguarda il film l’attrice ha aggiunto: “Violetta come me è alla ricerca della vera se stessa e in questo film cercherà di trovare la sua strada. I due mesi di riprese sono stati belli e soprattutto intensi, vissuti con dei colleghi che già conosco e i nuovi arrivati con i quali siamo diventati davvero una grande famiglia”.

Alle sue affermazioni si sono aggiunte anche le dichiarazioni degli altri ragazzi del cast come Mercedes Lambre che ha dichiarato: “Abbiamo vissuto a stretto contatto tutto il tempo della realizzazione del film, quello che si è creato tra di noi è davvero un legame profondo che porterò sempre con me”. Pasquale Di Nuzzo ha detto: “È stato come vivere in una favola della Disney, dove tante persone si prendono cura di te. Siamo diventati davvero una grande famiglia, un legame che non riguarda solo noi attori, ma soprattutto gli operatori sul set”.

Alla domanda qual è il ricordo più bello vissuto sul set Adrian Salzedo ha dichiarato: “Il ricordo più bello è legato a Taormina, dove ho avuto modo di poter ammirare il tramonto più bello che ho visto nella mia vita”.

Ogni persona ha un luogo dove preferisce rifugiarsi nei momenti di particolare stress, come conferma Clara Alonso: “Io non ho un un luogo fisico dove rifugiarmi dallo stress, ma se dovessi comunque scegliere sarebbe un laboratorio di recitazione che mi permetta di trasformare lo stress in energia positiva e quindi in arte”; della stessa opinione è stato Leonardo Cecchi che ha affermato: “Anche io la penso come lei, mi piace trasformare in arte tutte le mie sensazioni e tirarne fuori qualcosa di positivo”.

LASCIA UN COMMENTO